rotate-mobile
Venerdì, 31 Maggio 2024
Il volto positivo della città bella / Gallipoli

Chiese aperte a Gallipoli, focus sui dipinti. Cittadinanza onoraria a don Piero Nestola

Avviato il ciclo d’incontri turistico-culturali in cattedrale e successivamente presso la chiesa degli Angeli e delle Anime nel centro storico. Il consiglio comunale intanto attribuirà il riconoscimento al parroco-cantautore

GALLIPOLI - E’ partito da questo avvio di settimana il progetto "Chiese aperte-Catechesi con l'arte” teso a valorizzare il patrimonio artistico, architettonico e culturale dei luoghi sacri presenti nel cuore della città vecchia di Gallipoli. Una nuova iniziativa di promozione artistica, culturale e religiosa promossa in sinergia dalla parrocchia di Sant’Agata, con la collaborazione del Comune di Gallipoli e della Pro loco.

Fino alla fine di settembre uno sguardo attento e maturo ai tesori racchiusi nelle chiese gallipoline, che travalica il sentire religioso e restituisce all'arte la sua funzione pedagogica, intesa come "biblia pauperum", concetto volto a rimuovere il limite di mero arredamento delle opere artistiche, ritornando alla narrazione dei contenuti di fede: fondamenta di un popolo riunito attorno al concetto di bellezza intesa come salvezza e vittoria del bene, quale elemento inscindibile dal bello.

Un'esperienza imperdibile ed unica nel suo genere, pensata per stimolare le capacità cognitive e sensoriali degli utenti attraverso momenti di illustrazione, contemplazione e riflessione contornati da emozionanti e coinvolgenti performance artistiche.

Si tratta di un percorso di fede e cultura che ruota intorno ad alcune delle opere pittoriche più rappresentative del patrimonio religioso cittadino. La catechesi con l’arte è in programma nelle giornate del 21 e 22 agosto nella basilica concattedrale di Sant’Agata, nel centro storico, dalle 20 alle 21,30. Gli altri appuntamenti già programmati sono quelli del 4 e 5 settembre presso la chiesa degli Angeli e l’11 e 12 settembre nella chiesa delle Anime.

E nel fine settimana un'altra iniziativa è in programma sempre sull’onda della valorizzazione dei valori religiosi e anche artistici. Stavolta si tratta del riconoscimento che la comunità gallipolina rivolgerà al parroco della chiesa di San Gabriele dell’Addolorata, don Piero Nestola, al quale il consiglio comunale conferirà la cittadinanza onoraria nella seduta convocata per il prossimo 25 agosto, in occasione del suo giubileo per il 25° anniversario di ordinazione sacerdotale.

Il sacerdote originario di Copertino, ma ormai dal 2009 alle redini della parrocchia di San Gabriele oltre alla sua vocazione spirituale e religiosa annovera la sua passione artistica e musicale a quella per il teatro. Fin da ragazzino don Piero ha scritto diversi brani musicali e copioni teatrali in vernacolo sul genere comico-realistico. Col tempo è riuscito a fondere insieme le due passioni e a trasformare i suoi concerti in riflessioni musicali.   

      La locandina dell'iniziativa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiese aperte a Gallipoli, focus sui dipinti. Cittadinanza onoraria a don Piero Nestola

LeccePrima è in caricamento