Gallipoli Via Vittorio Alfieri

Dopo il rogo nel box, cinque colpi di pistola sulla casa di un 41enne

I proiettili sono stati indirizzati contro la residenza gallipolina dell'uomo, responsabile di una società specializzata nella sicurezza nelle discoteche. Appena una settimana addietro, le fiamme gli distrussero auto e moto

Il civico 8 di via Alfieri, a Gallipoli, lo stabile dove risiede l'uomo.

GALLIPOLI – Cinque colpi di revolver in direzione dell’abitazione di un 41enne di Gallipoli, colpito appena una settimana addietro da un incendio, in cui sono andati distrutti l’auto di grossa cilindrata e la moto.

Nel corso della  notte, i proiettili hanno raggiunto il civico 8 di via Vittorio Alfieri:  l’ingresso di una palazzina della Città bella, residenza di Gianluca De Giorgi, responsabile regionale della “Az Seurteam”,  società specializzata nei servizi di sicurezza nelle manifestazioni sportive, nei locali, lidi e discoteche della movida ionica.

Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia del commissariato gallipolino per avviare le indagini e ascoltare le dichiarazioni della vittima dell’agguato. Nella notte a cavallo tra il 13 e il 14 febbraio, De Giorgi era stato destinatario di un altro avvertimento.

In quell’ occasione, le minacce si sono tradotte in fiamme ai danni del box del condominio in cui risiede. Il rogo ha danneggiato persino la struttura, annerendo i muri distruggendo completamente la sua Audi TT e una Yamaha Bulldog 1100.

 In gioventù, aveva ricevuto una condanna a 12 anni, perché trovato in possesso di esplosivo e armi.  A seguito della sua riabilitazione giudiziaria, aveva ottenuto l’autorizzazione, rilasciata regolarmente dalla prefettura di Lecce, per svolgere la professione nel’ambito della sicurezza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il rogo nel box, cinque colpi di pistola sulla casa di un 41enne

LeccePrima è in caricamento