Martedì, 15 Giugno 2021
Gallipoli

Nuovi lavori per le mura della Purità. Attesa a giorni l’apertura del cantiere

Il Comune ha sbloccato l’iter per consentire gli interventi previsti nella perizia di variante per le opere di riqualificazione del tratto interno tra il bastione San Giorgio e il bastione San Francesco e che comprende la riviera della Purità. Interventi su marciapiedi, illuminazione e scarichi pluviali

GALLIPOLI – Conto alla rovescia per  la ripresa dei lavori di completamento e restauro lungo il perimetro delle antiche mura delle riviere del centro storico gallipolino e precisamente nella zona che dal bastione San Giorgio arriva sino al seno della Purità.

Si tratta della realizzazione dei lavori previsti nella perizia di variante approvata circa tre anni addietro dalla ex giunta comunale del sindaco Francesco Errico e che dovevano integrare le opere di recupero e valorizzazione delle mura della città vecchia previsti con il progetto esecutivo approvato nel 2008 e che dopo alcuni intoppi di natura burocratica sono poi stati completati sino al Forte di San Francesco. Lavori che hanno interessato, con la prima parte dell'intervento (nell’ambito dell’accordo di programma quadro  “Beni ed attività culturali-atto integrativo” finanziato con 2 milioni di euro) il tratto compreso tra il bastione di San Benedetto e la rampa di accesso alla spiaggia della Purità e poi completati sino al bastione di San Francesco.

Con la perizia suppletiva e di variante invece si è guardato anche sul versante interno alla sede stradale e di concerto con la Soprintendenza ai beni architettonici, gli uffici comunali competenti hanno studiato anche una soluzione progettuale volta a risolvere il problema della sicurezza nel transito dei pedoni sul percorso che si dirama lungo le mura. E nel contempo si è provveduto a studiare la soluzione per risolvere anche il problema delle infiltrazioni d’acqua e degli scarichi pluviali. Le opere suppletive però non sono mai partite a causa dei ritardi nella ripresa dei lavori da parte della ditta aggiudicataria dell’intero intervento, il Consorzio Stabile Impromed Spa di Napoli, che nell’ottobre del 2013 aveva sottoscritto il relativo verbale di ripresa degli interventi.

A questo punto il Comune ha avviato le procedure per la risoluzione dei contratti in essere con la ditta napoletana, e al netto del contenzioso giudiziario, ha recentemente proceduto all’affidamento dell’appalto, per oltre 340 mila euro, alla terza classificata nella procedura di gara originaria, ovvero la ditta Restauri Resta Srl di Bari (la seconda ditta classificata la Lande srl di Napoli non ha invece ritenuto di poter completare le opere in questione). Entro breve quindi il cantiere dovrà essere ripristinato e le opere portate a termine entro la stagione invernale per non incorrere nella revoca dei finanziamenti da parte della Regione. A tal proposito il dirigente dell’ufficio tecnico, Giuseppe Cataldi, aveva già disposto da tempo anche la sospensione delle occupazioni di suolo pubblico ad utilizzazione commerciale insistenti nel tratto compreso tra il bastione San Giorgio ed il bastione San Francesco a partire proprio dalla giornata di oggi per consentire la realizzazione dei lavori di completamento del tratto delle mura urbiche. I lavori sono dunque imminenti.

Nel dettaglio è previsto il rifacimento del marciapiede adiacente al bastione (con la bonifica preliminare del sottosuolo e realizzazione di soletta in calcestruzzo, a salvaguardia delle infiltrazioni riscontrate) con pavimentazione lapidea (pietra di Soleto) e soprattutto con punti luce radenti e segna passo, al fine di agevolare la mobilità delle persone con disabilità e per ridurre l’inquinamento luminoso. Inoltre secondo quanto previsto dal progetto, sarà garantita la realizzazione della rete pluviale, con eliminazione delle discese presenti lungo il paramento del bastione, al fine di ridurre la quantità di acqua piovana che si riversa sulla spiaggetta della Purità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi lavori per le mura della Purità. Attesa a giorni l’apertura del cantiere

LeccePrima è in caricamento