Giovedì, 5 Agosto 2021
Gallipoli

Compensi non dichiarati, nuovi guai per la promoter già arrestata per truffa ai clienti

Gli accertamenti dei finanzieri nei confronti di Anna Cacciatore, che già nel 2013 è finita in manette con un presunto complice per fatto sparire oltre 1 milione di euro dei clienti. Omessi ricavi per 245mila euro e Iva evasa per 43mila euro. La scoperta a seguti delle precedenti inchieste

GALLIPOLI – Nuovi guai per Anna Cacciatore, 38enne gallipolina, ex promoter finanziaria già arrestata nell’aprile del 2013 su richiesta del pm Valeria Elsa Mignone, istanza accolta dal gip Vincenzo Brancato.

Come ampiamente noto alle cronache, secondo indagini di polizia e finanza, lei e il 45enne Carlo Cavalera, anch’egli promoter di Gallipoli, avrebbero messo a segno una truffa da 1 milione e 200mila euro ai danni dei clienti, trattenendo i risparmi che gli erano stati affidati. Per quella vicenda il processo è di recente entrato nel vivo con la costituzione di parte civile delle vittime. 

Questa volta, però, la contestazione è di natura puramente fiscale e riguarda soltanto la donna. I finanzieri della compagnia di Gallipoli, diretti dal capitano Francesco Mazza, le hanno infatti presentato il conto di compensi non dichiarati, per una cifra che supera i 245mila euro. La verifica fiscale ha riguardato gli anni d’imposta dal 2007 al 2012. 

Secondo le “fiamme gialle”, che hanno svolto l’ennesima ispezione nei confronti delle sue attività, la professionista, oltre a non aver presentato la dichiarazione dei redditi per gli anni verificati, non avrebbe istituito le scritture contabili obbligatorie.

CACCIATORE Anna-2-2-3La ricostruzione dei compensi percepiti e la quantificazione dell'Iva evasa, che supererebbe i 43mila euro, non è certo casuale. I militari si sono avvalsi, infatti, dei risultati emersi dalle precedenti indagini riguardanti proprio quelle somme di denaro sottratte dai rapporti finanziari di alcuni clienti.

Per Anna Cacciatore è quindi scattata la segnalazione all’Agenzia delle entrate per il recupero delle imposte dovute e le successive sanzioni previste dalla normativa tributaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compensi non dichiarati, nuovi guai per la promoter già arrestata per truffa ai clienti

LeccePrima è in caricamento