Gallipoli

“Comune europeo dello sport” in campo Gallipoli e altri cinque paesi

La commissione Aces Europe ha riconosciuto il titolo di Comunità europea 2013 alla città bella e ai comuni di Casarano, Taviano, Alliste, Racale e Melissano. Opportunità di partecipare a progetti europei per le attività sportive

GALLIPOLI - Anche la città di Gallipoli è scesa in campo per conquistare il titolo di Comune europeo dello Sport. La scorsa settimana la città bella, su iniziativa dell’assessorato al ramo retto da Giovanni Fiore, ha ospitato la commissione “Aces Europe” (Federation for the Associations of the European Capitals and Cities of Sport) che ha il compito di valutare gli impianti sportivi e i luoghi preposti alle attività fisiche sportive esistenti, in questo caso su Gallipoli e nei paesi limitrofi, partecipanti all’iniziativa finalizzata ad ottenere il riconoscimento internazionale.

E il responso è stato positivo. La comunità salentina rappresentata dai comuni di Gallipoli, Casarano, Taviano, Alliste, Racale e Melissano è stata insignita dell’ambito titolo di “Comunità Europea 2013”. La decisione è giunta al termine di un’apposita conferenza stampa che ha visto presenti il sindaco Francesco Errico, l’assessore allo sport, Giovanni Fiore, i rappresentanti delle altre cinque municipalità coinvolte dal progetto, l’assessore allo sport del Comune di Brindisi (Città Europea dello Sport 2014), il presidente Aces, Francesco Lupattelli, il suo segretario e tre dei sette delegati Aces venuti nel Salento per valutare la candidatura delle sei comunità leccesi.

“Il prestigioso risultato ottenuto” commenta il sindaco Francesco Errico, “è un riconoscimento che va a premiare lo sforzo e l’impegno delle nostre associazioni sportive, che rappresentano una realtà viva e positiva del nostro tessuto sociale e a cui abbiamo sempre guardato, grazie all’opera di un assessorato attento ed operativo, con estremo favore. Abbiamo creduto fortemente in questo progetto” continua il  sindaco ionico, “perché non volevamo perdere un treno così importante, che potrà avere risvolti estremamente positivi per tutto il movimento sportivo locale, anche per colmare quella lacuna rappresentata dall’impiantistica sportiva. Ringrazio sentitamente l’assessore Fiore per l’egregio lavoro svolto, visto che la sua caparbietà ed il suo impegno, sin dal primo momento, ci hanno permesso di iniziare questo percorso conclusosi così brillantemente”.

Lo stesso assessore Fiore ha così commentato il prestigioso riconoscimento. “Ringrazio tutti coloro che hanno sostenuto l’iniziativa, dalle nostre associazioni sportive ai Comuni di Alliste, Casarano, Melissano, Racale e Taviano, per il raggiungimento di questo obiettivo, che ci permetterà di poter accedere a titolo preferenziale a diversi progetti europei per il miglioramento delle infrastrutture e delle attività sportive con un fondo economico fondamentale per lo sviluppo di quei valori ed obiettivi perseguiti dallo sport”. Va sottolineato che la comunità salentina rappresentata dai sei comuni è la terza in assoluto a fregiarsi di questo titolo così importante, visto che in precedenza il riconoscimento europeo è andato alla comunità delle isole Shetland (in Scozia) e a quella siciliana delle Nebrodi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Comune europeo dello sport” in campo Gallipoli e altri cinque paesi

LeccePrima è in caricamento