Mercoledì, 28 Luglio 2021
Gallipoli

Con 6 milioni periferia a nuovo. Fondi per via Torino e viale Europa

Oggi a Bari la sottoscrizione dell'accordo di programma che sblocca i fondi dei Pruacs. Il progetto del Comune classificato al secondo posto del bando regionale. Riqualificazione anche gli ex Cappuccini e l'ex mercato rionale

 

GALLIPOLI - La riqualificazione della periferia gallipolina sarà presto realtà. E la Regione Puglia è pronta ad erogare i fondi. Una firma congiunta tra il presidente del governo regionale, Nichi Vendola ed il sindaco di Gallipoli, Francesco Errico, messa nero su bianco questa mattina presso gli uffici della presidenza in quel di Bari, ha consentito di sbloccare circa 7 milioni di euro in favore della località ionica (6.650mila, per la precisione) per finanziare i cosiddetti Pruacs, i Programmi di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile, finalizzati ad incrementare la disponibilità di alloggi da offrire in locazione a canone agevolato e a migliorare la dotazione di servizi dei quartieri caratterizzati da condizioni di forte disagio abitativo, perseguendo obiettivi di riqualificazione urbana e risparmio energetico.

Nello specifico l'investimento relativo alla città di Gallipoli (frutto di un progetto messo in cantiere dall’amministrazione Venneri) servirà a realizzare la manutenzione straordinaria ed il miglioramento energetico dell'immobile Iacp di viale Europa (che conta 30 alloggi) ed interventi di riqualificazioni nelle zone comprese tra viale Europa, via Torino e l’ex complesso dei Cappuccini, e la riconversione dell’ex mercatino rionale in centro sociale, oltre ad interventi su strade, verde e arredi urbani. I Pruacs sono programmi finalizzati ad incrementare la disponibilità di alloggi da offrire in locazione a canone sostenibile e a migliorare la dotazione di servizi dei quartieri caratterizzati da condizioni di forte disagio abitativo, perseguendo obiettivi di riqualificazione urbana e risparmi energetico. Sono promossi dai Comuni e attuati con la partecipazione di soggetti pubblici e privati, sulla base di proposte elaborate con la partecipazione degli abitanti. La giunta di via Capruzzi aveva da tempo dato il via libera al finanziamento di quattro programmi in Puglia di “riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile”. E secondo classificato era risultato il Comune di Gallipoli al quale la Regione ha assegnato un coofinanziamento di 4 milioni 993 mila euro. Il resto dei fondi sarà garantito dall’intervento sinergico garantito dal Comune, Iacp e soggetti privati per un milione e mezzo di euro. 

I Pruacs sviluppando l’esperienza dei Pirp, sono promossi dai Comuni e attuati con la partecipazione di soggetti pubblici e privati e a Gallipoli coinvolgeranno la zona nord-est, vale a dire il tessuto urbano ricompreso principalmente tra il complesso dei “Cappuccini”, viale Europa e via Torino ma anche esteso a via Ancona e via Palermo. “Si tratta in concreto” spiega il primo cittadino Errico, “di una boccata di ossigeno per una problematica, quella relativa alla casa, sempre più di stretta attualità per i cittadini, specie in una realtà a fortissima vocazione turistica come La firma dell'accordo di programma-2Gallipoli. Una problematica su cui i Comuni possono fare ben poco, se non promuovere progetti ed interventi che vadano nella direzione dell’accordo siglato in Regione con il presidente Vendola. Un accordo che consentirà di dare risposta anche alle istanze del settore edile, garantendo lavoro ed occupazione grazie ai cantieri che si apriranno per realizzare questo programma. Pertanto” continua il sindaco, “l’amministrazione farà di tutto perché questo processo virtuoso per l’occupazione lavorativa ed abitativa possa iniziare quanto prima”. Ancora più nel dettaglio il finanziamento servirà per la manutenzione straordinaria e il miglioramento energetico del complesso abitativo di viale Europa, la realizzazione di 16 alloggi di edilizia sovvenzionata e di altri 16 di edilizia agevolata, la realizzazione di edilizia a servizio delle residenze ed interventi di urbanizzazioni per strade, marciapiedi, verde attrezzato, rete idrico-fognaria, illuminazione, arredo urbano, con la realizzazione di un centro per i più piccoli (ludoteca) e una cittadella dei ragazzi nell’ex mercatino in disuso (e ora utilizzato in residenza di emergenza) ed area a verde attrezzato.

Due gli accordi di programma firmati questa mattina. Oltre a quello di Gallipoli, sbloccato anche il Pruacs di Bisceglie, e  il presidente Vendola ha poi esortato i rispettivi sindaci Francesco Errico e Francesco Spina a fare in fretta “perché, da un lato, ogni cantiere che si apre vuol dire persone che lavorano; e dall’altro, ogni cantiere che si completa significa persone che possono avere un tetto sopra la propria testa. Si tratta di due esigenze fondamentali ed è per questo che non è consentita nessuna lentezza burocratica rispetto alla richiesta di lavoro e alla necessità di alloggi.”

Pruacs gallipoli-2“Si tratta di un programma sperimentale” ha invece commentato l’assessore regionale all’Assetto del territorio Angela Barbanente, “che punta molto a una realizzazione di alloggi destinati all’affitto e a una forte considerazione per la riqualificazione energetica degli immobili. Due versanti di innovazione su cui abbiamo bisogno di sperimentare e di diffondere buone pratiche. Siamo anche contenti che i due comuni interessati siano Bisceglie e Gallipoli, perché entrambi sono comuni che hanno una notevole tensione abitativa e quindi, il fatto che si siano attivati per questi bandi, dimostra un’attenzione verso questi temi. Naturalmente, il mio auspicio è che dalla firma di oggi si passi rapidamente all’apertura dei cantieri, perché inevitabilmente si creano delle aspettative che noi non possiamo deludere, soprattutto in una fase così drammatica, dal punto di vista delle politiche abitative, per le nostre comunità e per tanti cittadini pugliesi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con 6 milioni periferia a nuovo. Fondi per via Torino e viale Europa

LeccePrima è in caricamento