Gallipoli

Rigenerazione della costa ionica. Nuove idee e fondi per quattro comuni

Al via il piano per la riqualificazione dei paesaggi costieri che vede capofila il comune di Gallipoli, con Alliste, Racale e Taviano nell'ambito del programma della Città policentrica dell'arco ionico. Dalla Regione Puglia un milione di euro

Litorale gallipolino.

GALLIPOLI – Un impulso concreto per la rigenerazione costiera dell’area ionica che dalla dorsale sud di Gallipoli abbraccia anche gli affacci rivieraschi dei territori di Alliste, Racale e Taviano. Il tutto grazie al sostegno della Regione che ha deciso di mettere a disposizione un milione di euro come finanziamento legato all’avvio del programma inerente la Città policentrica dell’area Ionico Salentina che oltre ai già citati comuni contempla anche le realtà di Sannicola, Alezio, Aradeo, Seclì, Tuglie, Matino, Melissano e Parabita.

Tale raggruppamento intercomunale è il primo dei quattro previsti per l’intera Puglia che la Regione ha inteso avviare e che ora, per la sezione legata alla riqualificazione costiera, può disporre dei fondi del Piano triennale dell’Ambiente messi a disposizione dallo stesso ente regionale. Infatti in seguito all’avviso pubblico per la riqualificazione dei paesaggi costieri (finalizzato alla redazione e realizzazione di progetti pilota del Piano paesaggistico territoriale regionale) e dai quali partire per riqualificare le coste, i comuni ionici hanno ottenuto, come detto, il finanziamento pari ad un milione di euro. Tale finanziamento servirà per bandire un concorso d’idee e finanziare il primo stralcio dei lavori.

Il Comune di Gallipoli, che risulta capofila del progetto legato alla rigenerazione costiera, dovrà quindi bandire un concorso internazionale d’idee, per conto di tutti i Comuni che hanno redatto il piano paesaggistico territoriale, attraverso il quale raccogliere idee innovative, proposte, spunti. Il Piano paesaggistico regionale ha infatti un approccio progettuale mirato ad invertire la tendenza, a valorizzare e riqualificare anche a fini turistici ciò che ancora c’è di buono lungo le coste, e si pone come obiettivo quello di condividere un’idea comune di territorio imboccando una strada diversa da quella seguita finora.

Basta dunque allo sfruttamento e alla cementificazione del litorale, e più spazio alla sostenibilità e all’equilibrio naturalistico. “La proposta progettuale presentata dalla Città policentrica dell’arco Ionico” commenta il sindaco di Gallipoli, Francesco Errico, “va proprio nella direzione del restituire omogeneità e riconoscibilità al territorio, attraverso una ridefinizione qualitativa dei paesaggi, ed è per questo che è stata premiata. A questo punto, ottenuto il finanziamento, si apre dunque la fase concorsuale”.

Nello specifico per quanto concerne il litorale costiero gallipolino, gli interventi previsti sui quali raccogliere le idee progettuali, riguardano la riabilitazione funzionale del cordone dunale mediante la dismissione della strada litoranea nell’area parco, la riattivazione degli ecosistemi-filtro, la rinaturalizzazione dell’ultimo tratto del canale dei Samari e la riprogettazione della strada litoranea e l’adeguamento del reticolo stradale. “Si tratta di un progetto ambizioso” dive ancora il sindaco Errico, “un punto di svolta nella programmazione degli interventi sulla costa, che rappresenta per noi un bene pubblico per eccellenza, da valorizzare e salvaguardare. E’ nostro dovere intraprendere una strada diversa e non ripercorrere gli errori del passato, ma porre attenzione su come il paesaggio viene inteso dai suoi abitanti ripensando in modo adeguato le relazioni strutturali tra le varie componenti naturali e culturali”.

Dal concorso di idee verrà fuori il progetto definitivo ed esecutivo e si partirà con il primo stralcio dei lavori. Il bando, le fasi della gara, le proposte e tutte le notizie relative saranno pubblicizzate ed aggiornate costantemente sia sul sito istituzionale del Comune sia su un apposito portale già finanziato dalla Regione denominato “Coste Web” per offrire la massima trasparenza e partecipazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigenerazione della costa ionica. Nuove idee e fondi per quattro comuni

LeccePrima è in caricamento