rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Previsione massima di spesa di 3 milioni di euro / Gallipoli

Concorso di progettazione per la scuola di Santa Chiara: nuove idee per il centro storico

La giunta comunale ha avviato l’iter analogo a quello per il lungomare Galilei per acquisire una progettazione definitiva per il nuovo polo didattico dell’infanzia e primaria dell’edificio scolastico con mensa e refettorio e spazi per attività motoria compresi

GALLIPOLI - Non solo il concorso di progettazione per ridisegnare il water front e i servizi del lungomare Galileo Galilei, dall’area della Giudecca alla zona della stadio comunale. Con un atto analogo la giunta comunale di Palazzo Balsamo ha approvato il documento preliminare per l’avvio di un ulteriore concorso di progettazione, questa volta, per la riqualificazione del polo didattico della scuola di Santa Chiara nel cuore del centro storico gallipolino.

L’amministrazione comunale retta dal sindaco Stefano Minerva ha già da tempo inserito, nella sua programmazione, la riqualificazione e la rivitalizzazione dell’intera struttura scolastica del complesso “Santa Chiara” di via Antonietta De Pace (con una previsione di spesa massima di 3 milioni e mezzo di euro), con mensa e refettorio e spazi per attività motoria compresi, con il duplice obiettivo di creare un polo per l’istruzione all’avanguardia sia dal punto di vista strutturale che didattico e di contribuire alla permanenza di servizi sociali e scolastici nel centro storico.

L’edificio scolastico che sarà ristrutturato e riqualificato si propone quindi come servizio per gli abitanti del centro storico quale incentivo alla permanenza degli stessi e per evitare l’abbandono della città vecchia dotandola di una attività strategica per la crescita civile, demografica e culturale.

Obiettivo primario del complesso degli interventi messi in auge con il progetto del Comune è quindi quello di creare un polo didattico all’avanguardia che possa essere riferimento per i ragazzi residenti nel centro storico, non più costretti a spostarsi nel borgo per soddisfare le esigenze d’istruzione e che venga percepito come una struttura sicura ed attraente anche per i ragazzi del resto della città.

“I concorsi di progettazione hanno l’obiettivo di fornire all’amministrazione una soluzione concreta: tenuto conto della complessità del territorio di Gallipoli e delle esigenze di riqualificazione si è proceduto con l’individuazione di due temi prioritari per interventi la cui progettazione possa essere acquisita mediante concorso” commenta l’assessore ai Lavori pubblici Riccardo Cuppone, “oltre al lungomare Galilei di cui abbiamo già dato contezza, per l’edificio di Santa Chiara, invece, l’obiettivo è quello di avere un polo moderno ed efficiente per l’infanzia di eccellenza nel nostro centro storico che significa offrire ai bambini un luogo sicuro, lontano dal caos e dal traffico cittadino e immerso nella storia della propria comunità e ripensare la scuola come infrastruttura sociale, oltre che del sapere e della cultura”. 

Lo strumento per la costruzione del progetto di riqualificazione dell’edificio è un percorso di progettazione condivisa, dove la concertazione tra le parti (comunità scolastica, quartiere, amministrazione, ed esperti) diventa l’elemento basilare di tutto l’iter progettuale e della fase di costruzione.

Anche in questo caso le proposte devono pervenire entro 60 giorni dalla data di pubblicazione (già avvenuta), che saranno poi valutate da una commissione esterna. Solo i primi dieci parteciperanno alla seconda fase con ulteriori 60 giorni per presentare un progetto di fattibilità tecnico-economico. Le risorse assegnate, in base alla complessità del tema, per i progetti vincenti, per la riqualificazione del polo didattico di Santa Chiara sono di 55 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso di progettazione per la scuola di Santa Chiara: nuove idee per il centro storico

LeccePrima è in caricamento