Sabato, 24 Luglio 2021
Gallipoli

Appalto rifiuti, il Consiglio comunale proroga il servizio alla Navita

La maggioranza fa quadrato sulla decisione del sindaco Errico di risolvere il contratto con la Seta e affidare l’appalto alla nuova ditta in attesa del bando. Approvato anche lo schema di convenzione per la costituzione dell’Aro11

Foto d'archivio.

  GALLIPOLI - Un altro passo in avanti per  garantire un servizio di igiene urbana  degno di una città turistica. Il Consiglio comunale fa quadrato, almeno sul versante della maggioranza, e condivide la linea di condotta assunta in questi mesi dal sindaco Francesco Errico, che ha portato dapprima alla risoluzione del contratto con la Seta-Cogei e in seguito al conseguente affidamento diretto del servizio stesso, in via temporanea, alla Navita srl.

Inoltre via libera anche allo schema di convenzione  fra i comuni di Gallipoli, Alliste, Melissano, Racale e Taviano, costituenti l’Aro 11, disciplinante le modalità per il coordinamento, l’attuazione e la gestione associata dei compiti, delle funzioni amministrative comunali e delle attività connesse al servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani e assimilati. Nonostante i rilievi reiterati dal punto di vista procedurale da parte dell’opposizione e in particolar modo del capogruppo della civica Gallipoli 2012, Aldo Petrucci, la maggioranza priva dei consiglieri ammalati Luigi Caiffa (Udc) e Paolo Piccolo (Pd), ha rinsaldato le fila. 

Ed ha tratto nuova linfa dalle pungolanti esternazioni del consigliere della Puglia Prima di Tutto, Giuseppe Coppola, per ricompattarsi attorno alla figura e all’azione amministrativa del primo cittadino. Rispedita al mittente dagli interventi dei consiglieri Paolo Barba, Giancarlo Padovano e Enzo Mariello l’insinuazione lanciata da Coppola di un possibile “abbandono” da parte della maggioranza nei confronti del sindaco sulle determinazioni coraggiose riguardanti proprio il servizio di igiene urbana. “Noi votiamo favorevolmente con due mani questo atto” ha precisato Paolo Barba, “condividendo l’operato del sindaco sia dal punto di vista politico che sotto il profilo giuridico”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Pd come esplicitato nell’intervento dal consigliere Mariello. E il riferimento è proprio legato all’atto sulle determinazioni assunte dal sindaco e dall’amministrazione sulla revoca del servizio alla Seta Eu e all’ordinanza con la quale si è deciso di affidare lo stesso alla nuova ditta. 

Il sindaco Errico ha ora incassato il coinvolgimento, in quelle scelte amministrative, del Consiglio comunale o meglio della sua maggioranza che ha approvato tale delibera. In più, come ha spiegato il primo cittadino nella sua relazione, in adesione alle sollecitazioni della Regione Puglia si procederà in tempi rapidi alla costituzione dell' Aro 11 e quindi nei successivi novanta giorni ad attivare le procedure di gara per affidare il servizio in maniera definitiva.

Ma fatto al momento rilevante è che in attesa dell'attivazione delle procedure per l'affidamento del servizio di igiene urbana e sino al subentro del nuovo gestore la maggioranza ha inteso avvalersi della ditta Navita srl, stabilendo che con la stessa “sarà stipulato un contratto con gli stessi prezzi e condizioni indicati nel contratto e nel capitolato d'appalto che hanno regolato il servizio con la Seta Eu spa, prevedendo anche l'adeguamento dei prezzi ex art. 115 del decreto legislativo 163/2006 onde evitare un ingiustificato sacrificio dell'iniziativa economica privata a beneficio della pubblica amministrazione”. Sempre a maggioranza è stato approvato lo schema di convenzione dell’Aro11 così come in avvio di seduta hanno tenuto banco l’adozione del regolamento sulla Cosap e la modifica del regolamento comunale per il servizio di taxi ed autonoleggio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalto rifiuti, il Consiglio comunale proroga il servizio alla Navita

LeccePrima è in caricamento