Gallipoli

Operazione “Primavera sicura”: ridda di denunce nel Gallipolino

I carabinieri della Città bella hanno eseguito controlli assieme ai colleghi del Nucleo elicotteri e ai cani antidroga dell'Arma

Uno dei posti di controllo dell'Arma

GALLIPOLI – Sono 15 le denunce scattate nell’ambito dell’operazione “Primavera sicura” dei carabinieri di Gallipoli, guidati dal capitano Michele Maselli. I deferiti rispondono di detenzione e spaccio di stupefacenti, furto aggravato, inosservanza obblighi imposti dall’autorità, abusivismo edilizio, omessa custodia e detenzione illecita di armi. Sono inoltre accusati di truffa, guida di veicolo con patente revocata. dieci patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto effetto di stupefacenti oltre trenta le segnalazioni per uso sostanze stupefacenti.

A partire da venerdì e fino a questa mattina, hanno disposto controlli anche grazie alla collaborazione del Sesto nucleo elicotteri carabinieri di bari e dell’unità cinofila di Modugno. All’operazione hanno anche partecipato le varie stazioni dei comuni della compagnia gallipolina, carabinieri in abiti civili per un totale di 84 militari e 40 mezzi. Oltre ai 15 cittadini denunciati, sono 33 quelli segnalati prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti, con sanzioni amministrative per violazioni al codice della strada che si aggirano intorno ai 20mila euro, per un totale di oltre 5mila punti patente decurtati.

(Video 1)

Per droga sono finiti nei guai un operaio 24enne di Neviano, trovato con 15 piante di “maria” e 23 semi di canapa indica. Il tutto è stato sequestrato assieme a 0,8 grammi di hashish da un istituto professionale di Gallipoli. La droga era stata nascosta nel wc accanto alla palestra dell’edificio. Oltre trenta giovani, tra cui anche turisti,  sono stati segnalati per possesso di hashish, mdma e marijuana per un totale di oltre 100 grammi, “spuntati” da aree concerto e locali della zona.3-155-65

Per oltre 10 automobilisti, inoltre, è scatta ala denuncia per guida in stato di ebbrezza, con conseguente ritiro della patente di guida. I valori raggiunti sono stati davvero alti, nonostante un trend positivo che l’Arma ha registrato in zona nell’ultimo periodo. Un 47enne di Tuglie, intanto, è stato deferito per aver violato la misura dell’ obbligo di dimora nel proprio comune di residenza, imposto dal Tribunale Lecce, con obbligo di divieto di allontanarsi dalla propria abitazione dalle ore 18,30 alle 6 del mattino.

(Video 2)

Guai anche per chi è stato sorpreso energia elettrica. Un commerciante 61enne di Copertino, presso il proprio bar, avrebbe utilizzato la solita calamita per non pagare la bolletta. Idem per una contadina 48enne di Nardò: durante un controllo nella propria azienda agricola, con annessa abitazione, caseificio e deposito, è emersa la manomissione del contatore energia elettrica.

Denunciata, inoltre, per tentato furto aggravato, due donne  rumene, badanti in un’abitazione di Galatone. Sono state sorprese mentre tentavano di uscire dal  supermercato con due carrelli contenenti  prodotti caseari vari per un valore di circa 60 euro. Nei guai, ad Alezio, un impiegato 65enne: avrebbe ceduto al cugino un fucile da caccia ereditato dal padre, senza dichiararlo all’autorità giudiziaria. Un 23enne del Siracusano, invece, sarebbe l’autore della solita “truffa dello specchietto” ai danni di un uomo 82enne salentino: anche per lui il provvedimento penale. Per abusivismo edilizio identificati anche Un collaboratore scolastico 54enne di Galatone e un pensionato di 88 anni: entrambi avrebbero realizzato, in assenza di concessione edilizia e in area sottoposta a vincolo paesaggistico,  un’ abitazione della  superficie totale di 110 metri quadrati, e due manufatti adibiti a garage e deposito di attrezzature da giardino.

(Video 3)

Sempre a Galatone, i militari hanno denunciato un dipendente statale 39enne originario di Nardò e una infermiera 43enne del posto: comproprietari di un’abitazione estivaavrebbero  realizzato una veranda e un deposito coperto con pannelli prefabbricati. opere abusive sottoposte sequestro preventivo. È stato denunciato infine un operaio 48enne residente nel Tarantino, trovato alla guida della propria autovettura con patente di guida revocata nelle strade di Sannicola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione “Primavera sicura”: ridda di denunce nel Gallipolino

LeccePrima è in caricamento