rotate-mobile
Gallipoli Gallipoli

Crisi a Palazzo Balsamo. Errico perde Udc e civica e rassegna le dimissioni

Colpo di scena nella maggioranza del sindaco Francesco Errico dopo la riunione della commissione elettorale di ieri. I consiglieri Caiffa, Padovano e Carroccia pronti a lasciare la maggioranza. Pronta anche mozione di sfiducia e raccolta di firme

GALLIPOLI – E’ crisi vera nella maggioranza del sindaco Francesco Errico a Gallipoli e il primo cittadino anticipa gli eventi e formalizza le sue dimissioni. Un fine settimana nel quale scoppia la grana politica a Palazzo Balsamo dopo le avvisaglie negli ultimi consigli comunali. Dopo un lungo tira e molla di alcune settimane i gruppi di maggioranza dell’Udc, con il capogruppo Luigi Caiffa e il consigliere e presidente della commissione Urbanistica, Giancarlo Padovano, e il consigliere della civica “Gallipoli è tua”, Cristian Carroccia, hanno segnato lo strappo con il sindaco Francesco Errico e la sua giunta, prefigurando anche il passaggio nelle file dell’opposizione. E che vista l’esiguità dei numeri in seno all’assise avrebbe visto il primo cittadino privo di una maggioranza di governo.

Ma la presa di posizione dei tre consiglieri della coalizione di riferimento del primo cittadino era pronta anche ad andare oltre dopo gli strascichi di ieri nell’ambito della riunione di insediamento della commissione elettorale per la nomina degli scrutatori per le elezioni regionali di fine maggio. Solo l’ultima goccia di un vaso già pieno a quanto è dato di sapere. Pronta quindi anche una mozione di sfiducia o la raccolta delle firme, confidando anche sul supporto dei sei consiglieri dell’opposizione (Suez, Antonio Barba, Di Mattina, Chianella, Solidoro e Cataldi) per formalizzare le dimissioni congiunte e decretare lo scioglimento del Consiglio comunale. Ipotesi e scenari che si accavallano in queste ore convulse. E poi arrivano le comunicazioni ufficiali.  

Il primo cittadino Errico da parte sua ha inteso precorrere i tempi e questa mattina, anche in previsione di avviare un confronto per tentare di risolvere la questione interna alla maggioranza, ha pima preannunciato e poi formalizzato le sue dimissioni in queste ore in Comune comunicandoil suo intendimento al presidente del Consiglio, Cosimo Giungato, al segretario generale Angelo Radogna e al prefetto Giuliana Perrotta. Ora entro venti giorni, e se la crisi politico-amministrativa sarà superata, avrà il tempo di ritirale. Oppure tutti a casa e a Gallipoli tornerà il commissario prefettizio.  

IMG_4705-11 Errico sbotta: “Basta! O si governa per Gallipoli o si va tutti a casa”

Di seguito la nota ufficiale del sindaco Errico che annuncia le sue dimissioni dalla carica:  “Questa mattina ho rassegnato nelle mani del presidente del consiglio, Cosimo Giungato e del segretario generale, Angelo Radogna, le mie dimissioni dalla carica di sindaco. Un atto che ho ritenuto doveroso e necessario per fare chiarezza sul percorso politico-amministrativo di questa legislatura consiliare. Anche alla luce di certe riunioni carbonare fatte nottetempo da chi, nullafacente, è abituato a tramare nel buio e a triturare sindaci, rifuggendo il confronto franco e leale".

"Pertanto in questi giorni sarà mia premura confrontarmi con le forze e i gruppi politici che credono, senza sotterfugi né doppi giochi, nella possibilità di agire ed impegnarsi per il fine esclusivo ed unico: l’interesse di questa città. Credo che il senso di questo mio gesto sia chiaro e cristallino per tutti: Basta! o si governa per Gallipoli o si va tutti a casa! Diversamente, le odierne dimissioni diventeranno irrevocabili, visto che non esiste alcun collante particolare che mi lega alla poltrona di sindaco e che esistono valori più importanti, quali la dignità e il rispetto della gente, che vanno oltre il prestigio di una carica pur importante ed autorevole quale quella di primo cittadino".

"Resta tuttavia l’amarezza per l’atteggiamento superficiale e scellerato di chi, alle porte della stagione estiva, notoriamente il periodo più delicato e problematico per la nostra città, ha tentato di delegittimare me e soprattutto la città di Gallipoli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi a Palazzo Balsamo. Errico perde Udc e civica e rassegna le dimissioni

LeccePrima è in caricamento