Sabato, 24 Luglio 2021
Gallipoli

Palazzine dello Iacp nel degrado e a rischio crollo. “Subito i lavori”

Il direttivo cittadino di Sel fa proprio l'allarme lanciato dai residenti dei palazzi di via Savona, Cagliari e viale Europa. Facciate e balconi in pessimo stato e pericolosi. Parte l'appello a sindaco e all'Istituto case popolari

L'immagine di una delle palazzine (foto di Sel).

GALLIPOLI - Un degrado evidente e documentato. E con grave pericolo anche per l’incolumità pubblica. Una situazione abitativa al limite della decenza che, da quanto denunciato da residenti della periferia gallipolina e dalla sezione locale di Sel, si trascina ormai da oltre un anno. Un forte grido dall’allarme squarcia il silenzio che imperversa in alcuni quartieri periferici della città bella, dove insistono i palazzoni popolari. Per il direttivo di Sinistra, Ecologia e Libertà, il candidato alla Camera, Massimo Esposito, ha manifestato il suo dissenso circa la situazione precaria in cui  versano le palazzine dello Iacp che si trovano tra viale Europa, via Savona, via Cagliari e via Varese.

Una situazione raccapricciante non solo sotto l’aspetto meramente estetico, ma anche preoccupante per quanto concerne la staticità degli edifici. Intere facciate e soprattutto balconi e parapetti di diverse palazzine sono letteralmente a rischio crollo. Intonaco smantellato, calcinacci rimossi, e i ferri di contenimento arrugginiti o in avanzato stato di ossidazione non lasciano ben sperare se non si decide di intervenire al più presto. Da qui l’appello lanciato da Sel di Gallipoli per ripristinare il minimo di sicurezza nei quartieri delle case popolari.

“A passeggiare tra viale Europa, via Cagliari via Varese sembra di essere in una città in cui è in corso un conflitto bellico” dice Massimo Esposito, “questo costituisce una ulteriore umiliazione per le famiglie che vivono situazioni economiche a dir poco precarie e un grave danno all’immagine della città bella e alla sua integrità morale”. Da questa presa d’atto della situazione di degrado parte poi l’appello di Sel “affinché il sindaco Errico, l’amministrazione tutta e i politici locali eletti a tutti i livelli possano contattare urgentemente il viceprefetto Daniela Lupo, commissario straordinario dello Iacp (l’istituto ha provveduto a rimuovere in passato le parti di intonaco pericolanti) al fine di avviare immediatamente i lavori di ristrutturazione e porre fine a quella drammatica situazione.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzine dello Iacp nel degrado e a rischio crollo. “Subito i lavori”

LeccePrima è in caricamento