menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La polizia a Gallipoli.

La polizia a Gallipoli.

Amici chiacchierano nel circolo, altri in auto verso il mare “per portare il cane”: 7 denunce

La polizia li ha fermati durante dei controlli tra domenica e la giornata di ieri: nessuno di loro aveva una valida motivazione per starsene in giro

GALLIPOLI – A sette gallipolini costa cara la “passeggiata”: tanti, infatti, sono stati fermati e deferiti dagli agenti del commissariato locale tra domenica e la giornata di ieri. I poliziotti hanno sorpreso tre soci che, all’interno di un circolo privato del centro storico, erano amabilmente riuniti ed impegnati in una chiacchierata che, evidentemente, nulla aveva di urgente. Immediata la denuncia.

Nella giornata lunedì, inoltre, i poliziotti hanno denunciato il titolare di una ditta di noleggio con conducente che, in barba a qualsiasi divieto, è stato sorpreso mentre diffondeva musica ad alto volume. Uno stratagemma per attirare l’attenzione dei passanti e incentivare gli spostamenti collettivi a bordo del suo minibus.

Nei guai anche un 62enne di Sannicola: sorpreso nelle vie di Gallipoli, alla richiesta di fornire una motivazione che spiegasse la sua presenza fuori dal comune di appartenenza, non ha saputo dare alcune valida giustificazione. Ma non è finita. Nel pomeriggio di ieri altre due persone, a bordo di altrettante vetture, alla vista della pattuglia hanno subito invertito la marcia. Immediatamente bloccati, hanno risposto: “Stiamo andando a Lido Pizzo per portare il cane e correre”.

Gli agenti hanno subito proceduto con la denuncia: hanno verificato che i due abitavano sul versante opposto rispetto al luogo in cui sono state fermate e, peraltro, in una zona in cui era facile portare a spasso il cane e svolgere anche attività motoria.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento