Gallipoli

Emette assegni irregolari e raggira quattro banche. Nei guai imprenditore 59enne

Un uomo di Neviano, titolare di una ditta con sede a Seclì, è stato denunciato dai carabinieri. A causa, a suo dire, di problemi di liquidità, sarebbe ricorso a questo espediente, per un danno complessivo di circa 100mila euro, a scapito di istituti di credito della zona

Un assegno (Foto di repertorio)

NEVIANO – A causa dei numerosi problemi economici che hanno travolto l’intera società, colpendo anche la sua azienda, un 59enne, titolare di una ditta di Seclì, ma originario di Neviano, avrebbe emesso assegni irregolari, nel corso degli ultimi mesi, per un valore complessivo di circa 100mila euro. R.D.P., è stato così denunciato in stato di libertà dai carabinieri della stazione locale, nel pomeriggio di giovedì.

Dichiarando di aver subito lil decremento di liquidità nell’ultimo periodo, il 59enne ha aggirato la questione, evitando in questo modo il fallimento dell’azienda. La truffa consisteva nell’emettere assegni aventi come beneficiaria la propria azienda, ma come firmatario del titolo bancario un soggetto diverso dall’intestatario del conto corrente.

L’assegno contraffatto veniva poi riscosso in un istituto di credito diverso da quello di deposito del conto, permettendo così all’imprenditore di incassare immediatamente l’80 per cento della somma prevista non potendo la banca immediatamente verificare la copertura e la regolarità dell’assegno.

Gli istituti bancari così truffati, localizzati tra Neviano, Galatone, Sannicola e Nardò, si rendevano conto della truffa solo rigirando l’assegno alla banca dove era depositato il conto corrente. Le quattro banche hanno sporto denuncia ai militari dell’Arma i quali, anche sulla base delle dichiarazioni spontanee rese dall’uomo, schiacciato dall’evidenza degli elementi raccolti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emette assegni irregolari e raggira quattro banche. Nei guai imprenditore 59enne

LeccePrima è in caricamento