Gallipoli

Denuncia choc di ragazza dopo notte in discoteca: "Violentata da due"

La ragazza è una 20enne campana in vacanza nella Città Bella. Visitata dal personale sanitario sul posto, ha rifiutato il trasporto in ospedale. Non ha riportato lesioni ed ha ammesso davanti alla polizia di aver bevuto diversi drink. Gli agenti chiamati dalla security

Scorcio notturno di Gallipoli.

GALLIPOLI – Una storia da prendere con dovuta cautela. Tutto è ancora in fase d’accertamento. Certo è che la polizia ha avviato un’indagine, dopo l’ennesima notte di feste in riva al mare e nei locali più in voga in quel di Gallipoli. Qui, una ragazza di 20 anni campana, in vacanza, ha dichiarato di essere stata costretta da due soggetti, al momento non identificati, a consumare rapporti di sesso orale.

La storia risale alla notte appena trascorsa e gli agenti di polizia del commissariato jonico sono intervenuti pressoché subito. Sono stati avvisati dal personale addetto alla sicurezza del locale. Tutto si sarebbe consumato, dunque, proprio all’interno di una delle varie discoteche della “Città Bella”, in un punto del locale però lontano da occhi indiscreti.

Nel cuore della notte, la ragazza avrebbe iniziato a parlare con i due sconosciuti. Dinamiche normali, quando si è in ferie o, comunque, in luoghi pubblici affollati. Molti amano fare nuove conoscenze. Ha sicuramente ammesso davanti ai poliziotti, qualche ora più tardi, quando avrebbero iniziato a porle le domande di rito, di aver sorseggiato diversi drink. Un male, e non solo per le ovvie conseguenze sul fisico, ma anche perché la scarsa lucidità rischia a volte di non far percepire immediatamente situazioni ambigue, se non pericolose.

A un certo punto sarebbe quindi stata costretta dai due ad appartarsi. Confusa e sotto choc, una volta divincolatasi e allontanatasi, è emersa questa vicenda per la quale è stato richiesto l’intervento della polizia. Gli agenti di una volante si sono portati sul posto e la ragazza è stata anche visitata da personale sanitario. Non ha riportato alcuna lesione ed ha rifiutato il trasporto in ospedale per una visita più approfondita, non ritenendolo lei stessa necessario. La 20enne non ha saputo fornire indicazioni precise sulla provenienza dei due soggetti che avrebbero abusato di lei.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia choc di ragazza dopo notte in discoteca: "Violentata da due"

LeccePrima è in caricamento