menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La compagnia dei carabineiri di Gallipoli.

La compagnia dei carabineiri di Gallipoli.

Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

Una delicata attività investigativa, nelle mani dei carabinieri della compagnia di Gallipoli, per fare luce sull’episodio denunciato nelle ultime ore, dopo una serata in discoteca. La giovane turista umbra ha dei vuoti di memoria

GALLIPOLI- Sospetta violenza sessuale sullo Ionio, all'uscita di una nota discoteca del posto. Appena conclusa un’indagine lampo sulle violente risse avvenute a Gallipoli, gli investigatori dell’Arma sono alle prese con un altro, doloroso fatto di cronaca. Che, se confermato, sarebbe ancora più grave. Protagonista della vicenda una giovane turista di appena 20 anni in vacanza nella Città Bella e proveniente da un paese della provincia di Perugia

Nelle ultime ore, la ragazza umbra è finita in pronto soccorso con dei forti dolori al basso ventre e dichiarando di essere rimasta vittima di una violenza sessuale avvenuta, stando al suo racconto, nel cuore della notte in località Baia Verde. Accompagnata presso l’ospedale “Sacro Cuore di Gesù”, i medici l’hanno sottoposta a tutte le visite necessarie per verificare, in primis, che non vi siano gravi conseguenze cliniche per la ragazza. Al momento, il personale sanitario ha accertato un forte rossore nelle parti intime e sta sottoponendo la degente ad altre visite.

Immediata la segnalazione dell’accaduto alle forze dell’ordine. La ragazza è stata raggiunta dai carabinieri della compagnia gallipolina, guidati dal comandante Francesco Battaglia. Ascoltata, nonostante le condizioni alterate dall'inevitabile shock psicologico, sembrerebbe non ricordare i momenti prima dell’episodio. Una sorta di vuoto mnemonico che non facilita la ricostruzione del fatto e la sequenza di avvenimenti e contatti avuti nelle ultime ore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento