Domenica, 13 Giugno 2021
Gallipoli

Di rinvio in rinvio

"Il degrado che si vede per strada, lo si tocca con mano in Consiglio Comunale"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Gallipoli, in questo periodo in particolare, diventa il riflesso della qualità della politica di chi ci amministra.

Il degrado che si vede per strada, lo si tocca con mano in Consiglio Comunale.

Nessuna regola, pur di andare avanti.

Siamo solo nel mese di luglio e la litoranea sud è diventata una vera e propria giungla dell'abusivismo: un grande supermercato sotto le stelle. E' concesso tutto, anche il parcheggio in divieto di sosta al costo di 3 euro.

Nessun vigile urbano, nessun controllo (accade tutto alla luce del sole, o meglio della luna) e non siamo ancora arrivati nel periodo più critico (7-20 agosto).

Già la Prefettura di Lecce nel 2013-2014 aveva studiato il fenomeno Gallipoli in estate, evidenziando situazioni gravissime quali la vendita incontrollata di alcol, l'abusivismo, l'inquinamento acustico e la spaventosa proliferazione di reati, tra i quali emergeva lo spaccio di droghe.

Cosa è stato fatto? Nulla, il che vuol dire che la situazione è peggiorata.

Difatti, l''amministrazione Errico in questi anni si è distinta per l'anarchia dei suoi componenti e per l'incompetenza amministrativa (quando parlo di amministrazione Errico, intendo anche i falsi oppositori, quelli che per necessità oggi si son dovuti togliere la maschera).

Ognuno di loro ha sempre fatto quello che ha voluto, proprio come accade sulla litoranea sud e, a dirla tutta, in ogni angolo della nostra città.

Chi viene in vacanza a Gallipoli, infatti, lo fa perché è facile adeguarsi alle non-regole della nostra città. Infatti, si può fare tutto ciò che si vuole.

L'ennesimo cattivo esempio sono i rinvii ingiustificati del Consiglio Comunale sulle linee di programma da adottare.

Per essere più chiari, Gallipoli, con una stagione estiva in corso, non ha allo stato un programma politico (in realtà non l'ha mai avuto o non è stato mai applicato).

Oggi ci sarà il Consiglio Comunale e si è già tentato di rinviarlo per l'ennesima volta. E' stato riferito che i consiglieri Guglielmetti e Giungato avevano impegni personali. E allora?

La proposta di rinvio è stata però bocciata, dalla conferenza dei capigruppo, perché il consigliere Di Mattina non è arrivato in orario per esprimere il suo voto, che sarebbe stato favorevole alla maggioranza.

Personalmente sono sdegnato e per favore, cari amministratori, non dite più che lo fate per il bene di Gallipoli, perché non siete degni di nominarla.

30/7/17. Luigi Suez.

Invio eseguito dallo smartphone BlackBerry 10.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LeccePrima è in caricamento