menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo della mini rissa di questa mattina

Il luogo della mini rissa di questa mattina

Discussione tra pescatori finisce in rissa. Un ferito lieve e quattro denunce

Mattinata movimentata sul lungomare Galilei all'altezza della rotonda. Nel parapiglia spuntano anche un bastone e un coltello. Un 38enne medicato in ospedale per un taglio sul palmo della mano

GALLIPOLI – Un chiarimento sfociato, a dir poco, oltre le righe, e terminato a suon di calci, pugni e anche a colpi di bastone e qualche fendente inferto con un coltello. Una mattinata di ordinaria follia quella vissuta poco prima delle 11 di oggi nei pressi della rotonda del lungomare Galilei di Gallipoli che solo per puro caso si è conclusa con un bilancio lieve, con un 38 medicato in ospedale per una ferita al palmo della mano guaribile in dieci giorni e quattro denunce per rissa aggravata.  Una discussione nata male e finita peggio, trasformatasi prima in parapiglia e poi in una vera e propria rissa, e che ha visto protagonisti quattro pescatori gallipolini, di cui tre fratelli e un terzo giovane che incrociando i tre nei pressi di un bar della zona del lungomare, tra piazza Falcone e Borsellino, via Kennedy e la rotonda, è andato a chiedere conto di qualcosa.

Da una prima ricostruzione dei fatti, resi dai protagonisti dell’episodio ai carabinieri della stazione e della compagnia di Gallipoli, la discussione sarebbe maturata nell’ambito delle rispettive attività di vendita ambulante di ricci e prodotti ittici e dai recenti controlli a cui è stato sottoposto  proprio il 41enne che si è interfacciato, a muso duro, con i tre fratelli. Secondo l’accusa mossa dal giovane le verifiche da parte della guardia costiera nei suoi confronti sarebbero partite in seguito alla segnalazione degli altri tre pescatori e venditori ambulanti. Un’accusa pesante e ingiustificata secondo i tre fratelli che hanno da subito rigettato ogni responsabilità, ma i toni della discussione si sono subito accesi. E dalle parole si è passati subito alle vie di fatto tra spintoni, calci e pugni. Ma non solo. Nel parapiglia, sfociato in rissa sotto gli occhi attoniti di turisti e automobilisti di passaggio, sono spuntati anche un bastone e un coltello tant’è che nella colluttazione tra i quattro pescatori uno dei tre fratelli coinvolti ha rimediato un taglio lieve ad una mano.

Bloccata la furia il giovane ferito, L.G., di 38 anni è stato medicato presso il pronto soccorso dell’ospedale Sacro Cuore di Gesù e guarirà in dieci giorni. Sul posto nei pressi del lungomare sono intervenuti un pattuglia dei carabinieri della stazione di Gallipoli, diretta dal comandante Cosimo Giglio, e un’ambulanza del 118. Al termine delle identificazioni e della ricostruzione dei fatti per tutti i quattro protagonisti, i tre fratelli G.G.di 32 anni, L.G. di 38 anni, e B.G di 41 anni, e l’altro pescatore C.C. di 41 anni, è scattata la denuncia per rissa aggravata. I militari della compagnia gallipolina, diretti dal capitano Francesco Battaglia, hanno provveduto anche a sequestrare un bastone di ferro di 60 centimetri e un coltello e proseguono nelle indagini per ricostruire tutti i dettagli dell’episodio.                                           

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid nel Salento: incidenza di nuovi casi in chiara ascesa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento