Mercoledì, 16 Giugno 2021
Gallipoli

Doxi Alezio e Rosso Li Cuti, vini salentini da podio per la Cantina Coppola

Medaglie d’oro e d’argento per i comuni di Gallipoli e Alezio nel concorso internazionale “La Selezione del sindaco 2017” promosso dall’associazione nazionale Città del Vino

GALLIPOLI - È un vino dolce portoghese il migliore tra quelli in gara nel concorso enologico internazionale “La Selezione del sindaco 2017” e tra le 350 medaglie assegnate dalla rigorosa giuria di esperti tra i primi posti figurano anche il Doxi Alezio (medaglia d’oro) e il Rosso Li Cuti (medaglia d’argento) della cantina Coppola di Gallipoli. Un riconoscimento di prestigio quello conseguito dall’azienda della famiglia Coppola nella competizione organizzata dall’associazione Città del Vino che premia le aziende insieme ai Comuni di produzione e ai territori di appartenenza. Il concorso enologico internazionale, giunto alla sua XVIesima edizione, si è svolto dal 25 al 28 maggio scorsi presso la Casa del Gusto di Tramonti, nella frazione Polvica (Salerno) nell'entroterra della costa di Amalfi.

La cerimonia di premiazione e di consegna dei riconoscimenti e degli attestati di merito invece si è svolta sabato scorso a Montefalco (Perugia) alla presenza del presidente dell’associazione nazionale Città del Vino e sindaco di Conegliano Veneto, Floriano Zambon e del primo cittadino della cittadina umbra Donatella Tesei. Premiazione che è giunta a coronamento  della tre giorni di degustazione dei vini “campioni” della Selezione del Sindaco nell’ambito della convention delle Città del Vino che si è svolta lo scorso fine settimana tra le comunità umbre di Montefalco, Torgiano e Orvieto.  Si arricchisce di gusto e di prestigio la bacheca e il medagliere della cantina Coppola che ha portato ai vertici del concorso anche i comuni di Gallipoli e Alezio che hanno garantito la partecipazione alla rassegna internazionale. Il Doxi Alezio Doc Rosso Riserva Negroamaro 2012 ha conquistato la medaglia d’oro insieme al Comune di Gallipoli  e ottimo è stato anche il risultato del Rosso Li Cuti Alezio Doc Negroamaro 2015 che, sfiorando l’oro di un solo punto, ha portato a casa un lusinghiero secondo posto e la medaglia l’argento con il Comune di Alezio.

“La conquista di queste prestigiose medaglie oltre che premiare la qualità dei nostri vini e il grande lavoro quotidiano che svolgiamo in vigna e in azienda con l’enologo Giuseppe Pizzolante Leuzzi e gli altri collaboratori” commenta Giuseppe Coppola, “sono un riconoscimento alla filosofia aziendale volta da sempre alla valorizzazione della tradizione locale, pur con lo sguardo attento all’innovazione. Sono altresì uno stimolo a proseguire sulla strada intrapresa che vede al centro del nostro operato il racconto del territorio, la cui massima espressione sono i prodotti autoctoni e unici. Quello enogastronomico è oggi uno dei settori trainanti del turismo” prosegue Coppola, “chi viaggia è in cerca di unicità, vuole assaporare racconti. Con questa convinzione, da qualche mese siamo impegnati nella costruzione della nuova moderna cantina volta interamente all’ospitalità e all’enoturismo. Un concetto ampio che va al di là di  ciò che è strettamente legato al ciclo di produzione,  in cui il vino non è solo un prodotto da degustare,  ma un punto di partenza di un percorso a ritroso nella storia della terra in cui è prodotto”. Un riconoscimento quello tributato dal concorso internazionale della Città del Vino che ha inorgoglito anche il sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva: “La nostra città si conferma un'eccellenza anche nel settore enogastronomico e la medaglia d'oro per il vino abbinato alla nostra Gallipoli avvalora sempre più l'unicità del nostro territorio, delle aziende e degli imprenditori che investono, con ottimi risultati, sulla qualità dei prodotti e dei servizi” commenta il primo cittadino ionico, “da questo punto di vista, la cantina Coppola rappresenta un valido esempio: una professionalità che emerge e brilla di luce propria.

È un vero onore aver conquistato insieme questo traguardo, la sana collaborazione dà sempre i suoi frutti". Alla premiazione con la consegna di medaglie e attestati nel complesso museale di San Francesco a Montefalco,  hanno preso parte oltre a Giuseppe Coppola, anche l’enologo aziendale Giuseppe Pizzolante Leuzzi, il consigliere comunale di Gallipoli, Cosimo Giungato, e l’assessore alla Cultura di Alezio, Walter De Santis, che ha espresso “la più viva soddisfazione per i due premi ricevuti dalla cantina Coppola” rinnovando agli intervenuti la tradizione della famiglia Coppola nel contesto storico ed economico del Salento. L’affermazione dei vini made in Salento della cantina gallipolina si avvalora di gusto nell’ambito dei diciotto premi complessivi tributati alla Puglia nell’ambito del concorso enologico. In totale sono stati assegnate 350 medaglie, pari al 30 per cento dei vini in gara, come impone il rigido regolamento dell' Organizzazione internazionale della vite e del vino, volendo così garantire il massimo livello qualitativo delle premiazioni. Se consideriamo che il vino a cui è stata assegnata l'ultima medaglia d'argento ha ottenuto 86 punti, a parimerito con altri 23 vini, balza subito agli occhi come il livello qualitativo dei vini passati al vaglio delle commissioni internazionali sia stato giudicato di alta qualità. Le 12 commissioni internazionali hanno giudicato circa 1.200 campioni di vini in gara. Una degustazione speciale dei vini premiati, alla quale sono stati invitati gli amministratori e i componenti dei consigli comunali di Gallipoli e Alezio, si svolgerà nella serata di domani presso la sede della Cantina Coppola di via Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doxi Alezio e Rosso Li Cuti, vini salentini da podio per la Cantina Coppola

LeccePrima è in caricamento