Gallipoli

Droga e squillo a Cremona: in manette a Gallipoli gestore del noto club dei vip

Luca Pizzi, 46enne, si trovava nella località ionica con moglie e figli per una vacanza, ma nel frattempo erano partiti dalla Lombardia gli ordini di custodia cautelare per un'inchiesta scottante che verte attorno al "Juliette 96". Fra gli indagati persino due carabinieri

GALLIPOLI – Aveva preso alloggio a Gallipoli con la moglie e i figli per una vacanza che è durata veramente poco, perché nel frattempo sono scattati gli ordini di custodia cautelare e alla porta della sua abitazione per le vacanze hanno bussato i carabinieri della compagnia locale, che hanno agito su delega della Procura lombarda, nell’ambito di un’inchiesta condotta dai militari cremonesi.

Gianluca Pizzi, 46enne di Cremona, è l’uomo finito in manette quest’oggi insieme ad altre sette. Con il cugino Marco Pizzi (fra gli altri indagati), gestisce il club “Juliette 96” di Cremona, in via Mantova. Ed è ritenuto il personaggio chiave nell’ambito di un’indagine coordinata dal sostituto procuratore Francesco Messina per stupefacenti e prostituzione. Fra i vari personaggi finirti in manette, vi sono persino due carabinieri, uno dei quali sarebbe stato secondo gli inquirenti un vero e proprio uomo di fiducia di Luca Pizzi. Il blitz è scattato fra lunedì e martedì.

Solo che proprio l’indagato principale era fuori sede, per trascorrere le ferie nel mare salentino. I carabinieri l’hanno rintracciato nell’abitazione. Non ha fatto a tempo nemmeno ad andare in spiaggia per l’ultimo bagno. Il locale da lui co-gestito, il “Juliette 96”, è molto noto in zona e non solo, tanto da essere frequentato da vari vip. L’inchiesta è iniziata circa un anno e mezzo addietro e gli arresti sono stati accordati dal gil Letizia Platè. Domani sulla vicenda si terrà nella città lombarda una conferenza stampa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga e squillo a Cremona: in manette a Gallipoli gestore del noto club dei vip

LeccePrima è in caricamento