Gallipoli

Due caparre per un’Audi e una casa nel Salento: ma si tratta di truffe

Denunciati un 29enne di Taranto e un 44enne di Pavia. Il primo ha “affittato” una casa vacanza a turisti campani, il secondo ha “venduto” un’Audi a un gallipolino

Foto di repertorio

GALLIPOLI - Erano partiti dalla Campania per trascorrere le vacanze in località Baia Verde, a Gallipoli, ma una volta arrivati si sono accorti che le abitazioni scelte erano già occupate dagli stessi proprietari. E’ l’ennesimo gruppo di turisti truffato online per il cosiddetto fenomeno delle “case fantasma”. Ma due autori del raggiro sono stati identificati e denunciati. E’ accaduto la scorsa estate a due gruppi di turisti che, di fronte all’infelice sorpresa, non è rimasto che sporgere denunce presso il commissariato di polizia gallipolino. Hanno raccontato di aver selezionato l’annuncio di un’abitazione su un noto sito. Dopo aver pattuito l’importo dell’affitto, hanno inviato l’importo di 563 euro a titolo di caparra, a un truffatore che si è spacciato di volta in volta alle sue vittime con nomi, numeri di telefono e indirizzi mail differenti.

Gli espedienti usati dal truffatore non sono stati però sufficienti a fargli guadagnare l’impunità, poiché gli agenti sono risaliti al suo nome, al termine di un’articolata indagine che ha interessato diverse regioni e coinvolto uffici postali, banche, siti di e-commerce e gestori di telefonia. Si tratta di D.A., 29enne di Taranto, con piccoli precedenti alle spalle, che dovrà ora rispondere di truffa aggravata e continuata. Non si esclude che il ragazzo abbia teso la stessa trappola on line ad altri malcapitati. Nel secondo caso un altro truffatore, T.P. pluripregiudicato di 44 anni residente in provincia di Pavia, ha ingannato un giovane di Gallipoli che ha pensato di acquistare un’Audi A2, sempre sul famoso portale di compravendita online.

L’acquirente, credendo di concludere un buon affare, si è fatto illustrare per bene le caratteristiche del veicolo e dopo aver concordato le condizioni di vendita ha inviato 500 euro di anticipo sulla carta Postepay del venditore. La vittima si è poi accorto di essere stato raggirato soltanto quando il venditore si è reso irreperibile ai cellulari: i numeri sono infatti risultati intestati a due cittadini extracomunitari, estranei alla vicenda. Completamente estranea alla trattativa, inoltre, la stessa Audi messa in vendita: il truffatore ha inserito la foto di un mezzo all’insaputa dei legittimi proprietari, che risiedono in una terza località.     

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due caparre per un’Audi e una casa nel Salento: ma si tratta di truffe

LeccePrima è in caricamento