Venerdì, 30 Luglio 2021
Gallipoli

Ecocentro “ripulito” dai rifiuti e pronto ad aprire per Ferragosto

Il Comune corre ai ripari e dispone la bonifica dell'area all'esterno della struttura invasa da rifiuti e ingombranti. Sbarrato l'accesso per impedire nuove incursioni. E per l'attivazione il sindaco assicura: "Pronti ad aprire"

L'Ecocentro di Gallipoli

GALLIPOLI – L’area antistante l’ecocentro di via Pasolini non è più ricolma di rifiuti e ingombranti. Anche se l’attivazione della piattaforma ecologica della zona Peep3 non è stata decretata, il Comune ha preso in mano la situazione per definire nel più breve tempo possibile la questione. Ritardi di natura tecnica e burocratica in via di risoluzione entro la settimana di Ferragosto, a quanto rassicurano da palazzo di città.  L’amministrazione comunale retta dal sindaco Francesco Errico ha comunque già provveduto a bonificare l’area  che ospita l’ecocentro cittadino, accelerando contestualmente i tempi per la relativa apertura, che ormai appare imminente (anche se di annunci ne sono stati dati a iosa in questi mesi. Ma proprio dalle sedi comunali Comune è stato spiegato  che alla data dell’1 agosto, si è provveduto a consegnare le chiavi della struttura alla ditta Seta Eu che gestisce il servizio di igiene urbana cittadina, la quale a sua volta in questi giorni sta perfezionando ed ultimando il corso di aggiornamento per gli addetti alla conduzione dell’opera pubblica.

Quindi a questo punto ultimato in questi giorni tale addestramento (e con il regolamento di esercizio già approvato dal commissario Petrucci), non dovrebbero più esserci intoppi per “consegnare” l’ecocentro a servizio della cittadinanza. E quanto ritiene anche il primo cittadino che spiega: “Dopo tanto tempo in cui la struttura è rimasta ferma e chiusa quest’amministrazione è invece riuscita in breve tempo a metterla a disposizione della città, per svolgere quel supporto fondamentale nella tutela dell’ambiente e del decoro urbano. La speranza è proprio quella di dare un contributo fattivo nel debellare le discariche a cielo aperto” commenta il sindaco Errico, “che mortificano chi ama questa città e non la vorrebbe deturpata da gesti così infimi ed incivili”. Gli stessi gesti che hanno visto proprio protagonista in negativo l’ecocentro, con rifiuti di ogni genere depositati proprio alle porte della struttura e che hanno richiesto, come detto in premessa, l’intervento dell’amministrazione comunale per la bonifica del sito. 

“Su questi atti a dir poco inurbani” dice ancora il primo cittadino, “sono in corso le indagini della polizia municipale per risalire ai responsabili attraverso il sistema di videosorveglianza istallato nella struttura, al fine di irrogare le conseguenti sanzioni nei confronti di chi ha contribuito a creare un danno all’ambiente ed all’immagine della nostra città. Nel frattempo, onde evitare che qualcun altro possa emulare gesti così negativi, abbiamo provveduto a posizionare uno sbarramento proprio per impedire il ripetersi di tali azioni”. E dal Comune spiegano altresì  che sull’iter burocratico-amministrativo che ha portato sia alla bonifica che agli atti propedeutici all’attivazione dell’ecocentro è stato fattivo e prezioso l’apporto del presidente del Consiglio comunale, Cosimo Giungato. 

 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecocentro “ripulito” dai rifiuti e pronto ad aprire per Ferragosto

LeccePrima è in caricamento