Domenica, 13 Giugno 2021
Gallipoli

Barba e Quintana, siglata l’intesa. “Anche in famiglia si litiga. Ora vinciamo”

Confermata la riunificazione dell'intero centrodestra sulla candidatura dell'ex consigliere provinciale. Nuovo patto tra Fi, fittiani, Noi con Salvini e civiche

GALLIPOLI – L’annuncio e la ritrovata intesa unitaria e pacifica c’è stata. Il centrodestra gallipolino si ricompatta sulla figura di Sandro Quintana sindaco e stavolta con il benestare e il patto alla desistenza anche di Vincenzo Barba pronto ora alla corsa per le comunali al fianco degli alleati senza ulteriori scossoni. Almeno così sembra. Il patto è stato nuovamente sancito e dopo aver anche tentato di approcciare una corsa solitaria sull’asse Forza Italia-Dc, con la potenziale candidatura a sindaco dell’ex assessore Pippi Barba, e avendo trovato porte, almeno ufficialmente, chiuse per possibili intese trasversali in casa della coalizione di Flavio Fasano e Stefano Minerva, il senatore azzurro ha chiuso il cerchio. Riabilitando Quintana come candidatura spendibile e utile alla causa del centrodestra unito e consolidato e gettando alle spalle stravolgimenti, giravolte e brusche  frenate che hanno caratterizzato il lungo e travagliato dibattito interno in casa delle varie correnti del centrodestra gallipolino. “Dopo un dibattito anche duro e animato il nostro partito di Forza Italia e il centrodestra tutto ha fatto la sua scelta responsabile e supporterà alla grande la candidatura di Sandro Quintana” ha rasserenato gli animi Barba, “ed ora possiamo avviare la nostra campagna elettorale deludendo chi essendo partito in anticipo ha già pensato di aver vinto. Invece noi siamo pronti e con l’esperienza già maturata come consigliere provinciale da Quintana e il nostro sostegno” incalza Barba, “lavoreremo ad un programma di cose concrete da fare nei prossimi 5 anni, quali il Pug, il porto turistico, il porto commerciale, l’occupazione, la viabilità e quant’altro gli altri in questi anni al governo non sono stati in grado di realizzare”                     DSCN3266-2

Lodi e distensione nella reiterata presentazione di Quintana candidato sindaco della coalizione del centrodestra intorno alla quale fanno quadrato e suggellano il patto del “tutti per uno, Quintana per tutti”, oltre a Barba anche i fittiani con il vice coordinatore cittadino l’ammiraglio Cosimo Vincenti, Noi con Salvini, con Luigi Pianoforte in rappresentanza del coordinatore Guglielmo De Santis, la Dc con Roby Cataldi, la civica Crescere Insieme con Giorgio Cacciatori, e Italia Destati rappresentata dallo stesso candidato sindaco. Barba e Quintana confermano anche il supporto di Area Popolare  e della lista civica il Castello diretta emanazione del coordinatore cittadino dell’Udc, Giancarlo Padovano che se non sarà candidato nelle liste del partito di Ruggeri (alleato con la coalizione di Minerva) traslocherà armi e bagagli a supporto di Quintana. La nuova riformulazione della coalizione, rafforzata dalla volontà di Barba di essere elemento catalizzatore della sintesi tra le varie forze politiche del centrodestra, porterà ora a rivedere anche le precedenti scelte annunciate dal candidato Quintana sulla potenziale squadra di governo in caso di vittoria finale e sul ticket con Giuseppe Perruccio come futuro vicesindaco.

Ma come ha sottolineato anche Filomena D’Antini, responsabile regionale di Forza Italia del dipartimento diritti umani e libertà civili, “c’è stato un dibattito democratico all’interno della coalizione anche perché la politica è principalmente dialettica e sintesi delle varie posizioni e la presenza anche degli altri papabili candidati quali Giuseppe Perruccio e Pippi Barba a sostenere ora la candidatura di Quintana dimostra che vi è stata la volontà di dare una risposta di pace e unità atta a soddisfare anche l’esigenza di una città come Gallipoli in cui molta gente e tanti elettori hanno voglia di centrodestra”. Parole di apprezzamento all’indirizzo dell’ex assessore Giuseppe Barba, altro papabile candidato in quota Fi, sono state rivolte da Sandro Quintana per aver agevolato il percorso di convergenza sulla sua figura. “La politica è come la famiglia, dove a momenti di condivisione si contrappongono litigi e divergenze, dove si discute anche in maniera accesa e ci si confronta, ma alla fine si arriva sempre ad un pensiero comune e ad una sintesi che mette tutti d’accordo”. Ora passate indenni le ultime 24ore senza ulteriori ripensamenti per il centrodestra  e per Quintana è tempo di pensare alla campagna elettorale e alla chiusura delle liste. Con l’obiettivo dichiarato di raggiungere il ballottaggio. E dal Comune di Gallipoli intanto è giunta la comunicazione che la sede per la presentazione delle liste elettorali per la candidatura alla carica di sindaco e di consigliere comunale, per le elezioni amministrative del 5 giugno 2016, è quella situata in via Pavia  e segnatamente la sala riunioni al secondo piano della palazzina (area tecnica). Le liste possono essere presentate venerdì 6 maggio dalle 8, alle 20 e sabato 7 maggio, dalle 8 alle 12. L'accettazione delle liste elettorali verrà effettuata alla presenza del segretario generale supplente, Francesco Arena e dal responsabile dell'ufficio di segreteria generale, Davide Tuccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barba e Quintana, siglata l’intesa. “Anche in famiglia si litiga. Ora vinciamo”

LeccePrima è in caricamento