Venerdì, 18 Giugno 2021
Gallipoli Via Cagliari

Emergenza casa e alloggi ex Iacp. Sel sollecita interventi al Comune e Arca Sud

Incontro con il sub commissario Sergi e la dirigente dell’istituto Zappatore sulla questione abitativa e gli interventi per i fabbricati di edilizia popolare. I lavori degli immobili di via Cagliari bloccati da un contenzioso dovrebbero partire a breve. Focus anche sugli scarichi del depuratore

GALLIPOLI - Emergenza casa e lavori di manutenzione degli alloggi popolari sempre in primo piano nel territorio gallipolino. Una questione, che unitamente al nodo degli scarichi a mare, è stata recentemente riportata all’attenzione del sub commissario di Palazzo Balsamo, Claudio Sergi, da una delegazione del circolo cittadino “Luigi Cavalera” di Sel. Questioni che il segretario politico del partito Massimo Esposito ha esposto nel dettaglio in un incontro che si è svolto qualche giorno addietro a palazzo di città e che sulla problematica delle ristrutturazioni degli immobili ex Iacp ha avuto un seguito con l’ulteriore confronto con la dirigente di Arca Sud Salento, l’avvocato Sandra Zappatore. La delegazione di Sel ha focalizzato l’attenzione in particolare sull’emergenza dei senza tetto che sta prendendo sempre più piede anche nella città bella.

“Ci sono nuclei familiari che non si possono più  permettere un affitto in quanto i genitori di mezza età sono ormai stati espulsi dal mondo del lavoro e che se fortunati, sono costretti ad elemosinare un posto presso parenti dovendosi spesso separare in diversi indirizzi” evidenzia Esposito, “ma non solo, ci sono tante storie di persone sole senza parenti senza lavoro e senza un tetto, come quella di Paolo, presente nella nostra delegazione, 48 anni, senza lavoro e senza dimora che ha raccontato al sub commissario anni passati in una situazione di assoluta precarietà e degrado che è ormai diventata emergenza visto che qualche notte l'ha trascorsa in una cabina della macchinetta che fa le fotografie di fronte al Comune”.

Dopo aver segnalato anche l’anomalia e la pressione fiscale per i proprietari dei terreni edificabili “solo sulla carta” di contrada Le Perez (per i quali non è mai stata presa in considerazione la proposta di ridurre la tassazione del 50 per cento sino a quando non sarà concessa la possibilità reale di costruire il proprio immobile), la delegazione di Sel ha consegnato nelle mani del sub commissario la relazione tecnica sulla eventuale risoluzione dei problemi relativi allo sversamento dei reflui del depuratore consortile.

“Abbiamo chiesto di fare attenzione in particolare alle pressioni di alcuni imprenditori locali che pur di far togliere il divieto di balneazione nelle zone antistanti l'attuale scarico” precisa ancora il segretario Esposito, “stanno spingendo a tutti livelli per l'installazione di una costosissima quanto inutile condotta sottomarina che determinerebbe in pochi anni la distruzione dell'intero habitat sottomarino e la proliferazione di alghe tossiche come è già avvenuto in tutte le realtà ove insiste”. Nel confronto con Arca Sud Salento invece i vendoliani hanno chiesto lumi in merito alla situazione dei lavori di manutenzione straordinaria di via Cagliari. Infatti nonostante la disponibilità di fondi per oltre 700 mila euro ottenuti  nel maggio del 2013 dalla Regione, il cantiere non vede ancora la luce.

“La dottoressa Zappatore ci ha spiegato che una delle ditte escluse in sede di apertura delle offerte avvenuta i primi mesi di quest'anno” chiarisce Esposito, “ha intentato ricorso l'ultimo giorno utile paralizzando di fatto tutta la procedura. Tale ricorso è stato poi rigettato in fase di pre-contenzioso permettendo così di far ripartire la procedura di appalto che è ripresa di fatto il primo ottobre, provocando però un inevitabile ritardo”. Oltre che sugli immobili di via Cagliari, la delegazione di Sel ha voluto attenzionare l'istituto anche su altre situazioni di degrado come in via Carlo Massa, via Galatone, via Galatina e via Firenze. “La dirigente ci ha informati che l'istituto ha ottenuto delle disponibilità di risorse per via Carlo Massa” conclude Esposito, “non nascondendoci le difficoltà che si incontrano per il reperimento delle stesse”.

Il riferimento specifico riguarda gli interventi finanziati sulla “linea B” del Piano di recupero e di ristrutturazione degli alloggi popolari di proprietà dell’Arca sud Salento licenziato dal Servizio politiche abitative della Regione e che interessa anche tre fabbricati in quel Gallipoli, nel blocco di via Carlo Massa (per contributo di 1milione e 300 mila euro destinati al recupero di 83 alloggi). Dal circolo di Sel è partito anche un appello conclusivo rivolto al presidente regionale Michele Emiliano per verificare la possibilità di destinare maggiori risorse sul capitolo di spesa relativo all'edilizia residenziale pubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza casa e alloggi ex Iacp. Sel sollecita interventi al Comune e Arca Sud

LeccePrima è in caricamento