rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Nuova area anche vicino l’ex Rangers / Gallipoli

Emergenza parcheggi estivi, nuova area sosta per 300 auto nei pressi dello stadio

L’amministrazione comunale di Gallipoli ha dato esecuzione ad uno dei progetti già previsti nel piano di rinaturalizzazione del primo tratto della litoranea sud. L’area dell’antistadio sarà una delle tre pinete multifunzionali e sarà adibita a parcheggio pubblico temporaneo

GALLIPOLI – Da quest’anno l’area destinata a parcheggio pubblico temporaneo per la stagione estiva nella zona dell’antistadio della zona del Lido San Giovanni avrà una nuova veste e resterà di competenza comunale, quindi destinato alla fruizione pubblica per sopperire all’emergenza delle aree sosta sul litorale.

In attesa di sbloccare l’intricata questione dei posteggi stagionali a servizio dei lidi, di norma allestiti su terreni privati, destinati a servizio pubblico a pagamento, per la stagione balneare, (ma bloccati da vincoli paesaggistici, sequestri e inasprimento delle norme autorizzative), l’amministrazione comunale ha dato esecuzione ad uno stralcio degli interventi relativi al progetto definitivo di rinaturalizzazione del litorale tra Lido san Giovanni ed il Canale dei Samari, nell’ambito del programma di valorizzazione e riqualificazione dei paesaggi costieri della Puglia ad alta valenza naturalistica.

L’intervento in questione ha riguardato alla fine della scorsa settimana l’allestimento di una delle tre aree interessate nel progetto originario da interventi di imboschimento e che saranno utilizzate temporaneamente anche come zone a parcheggio nel periodo estivo. Si tratta, come detto, dell’area a ridosso dello stadio comunale Antonio Bianco (nella zona che un tempo ospitava il campetto dell’antistadio) da alcuni anni destinata proprio a zona di sosta stagionale con una capienza di circa 300 posti auto.

IMG_20230605_163252

Nell’ultimo fine settimana l’area è stata pressoché ultimata e livellata ed è stata abbattuta anche la recinzione perimetrale in muratura, sostituita da quella metallica. Nei prossimi giorni si dovrebbero completare le opere di allestimento, rimuovendo anche i detriti e le pensiline smantellate durante i lavori. La stessa zona era stata già oggetto di alcune piantumazioni ed era stata realizzata anche la protezione metallica per ragioni di sicurezza sul lato che si affaccia sulla zona degli spogliatoi e degli uffici dello stadio comunale.

I lavori dovranno essere completati e la zona adeguata in vista della stagione estiva. Più in generale si tratta del progetto legato alle tre pinete multifunzionali, stralciate inizialmente dal progetto definitivo per la mancanza della disponibilità delle aree e poi reintegrate nei lavori previsti e approvati dalla Regione nell’ambito della proposta di variante che si è resa necessaria per fronteggiare le criticità e le integrazioni al progetto originario di valorizzazione dei paesaggi costieri nel tratto dal Lido San Giovanni al Canale dei Samari.

Le tre aree destinate a diventare delle pinete multifunzionali ed interessate da interventi di imboschimento e temporaneamente utilizzate a parcheggio nel periodo estivo, sono contemplate  nel progetto originario una in prossimità dell’Hotel Costa Brada, l’altra localizzata nell’area retrodunale della Baia Verde, in prossimità della Praja, sui terreni recentemente  acquisiti al patrimonio comunale.

E la terza riguarda proprio l’area localizzata in adiacenza al campo sportivo, e ora in fase di sistemazione, che era già nelle disponibilità del Comune e che per la quale l’intervento di imboschimento sarà eseguito così come previsto nel progetto approvato. Nel frattempo l’area sarà ora fruibile come area di sosta temporanea e a gestione pubblica.

IMG_7787

L’assessore comunale con delega ai parcheggi, Giancarlo Padovano, sta seguendo inoltre una ulteriore procedura sempre in tema di aree parcheggi da allestire su terreni comunali.

Oltre a quello in via di realizzazione in via Francesco Zacà, per 306 posti auto, è stata individuata come idonea un’area localizzata lungo la direttrice per Taviano (nella zona artigianale alle spalle dell’ex stabilimento Rangers) che il piano regolatore classifica come zone D2, zone produttive esistenti.

Il Comune è intenzionato a sperimentare l'utilizzo temporaneo di tali aree come parcheggio pubblico a servizio dei visitatori estivi con collegamento con navette verso le spiagge attrezzate.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza parcheggi estivi, nuova area sosta per 300 auto nei pressi dello stadio

LeccePrima è in caricamento