menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fasano chiama Fedele: “Allestire spazio per tamponi molecolari a Gallipoli”

Il consigliere comunale ha inviato una richiesta formale al direttore del Dipartimento di prevezione della Asl. “Troppi disagi per chi deve raggiungere i centri di Lecce o Taurisano”

GALLIPOLI - L’incremento dei contagi impone misure di prevenzione e di dignosi preliminare sempre più puntuali e radicate sul territorio e per questo anche la postazione per i tamponi rapidi nell’area mercatale predisposta dal Comune di Gallipoli, con il supporto della protezione civile, è omai inadeguata alla causa. Per tale motivo una nuova richiesta è partita in queste ore, via pec, all’indirizzo del direttore del Dipartimento di prevezione della Asl di Lecce, Alberto Fedele, per poter provvedere allestimento, sempre sul territorio comunale di Gallipoli e a servizio dell’intero distretto sanitario, di uno spazio adeguato per effettuare dei “tamponi molecolari” con il metodo del prelievo con tampone in autovettura (drive-through).

La proposta è stata mossa dal consigliere comunale e avvocato gallipolino, Flavio Fasano, nello spirito di poter fornire un servizio più consono per i cittadini alle prese con la morsa dell’emergenza epidemiologica. Finora i centri per l’effettuazione dei tamponi molecolari nella provincia sono stati collocati, oltre che a Lecce, anche nei comuni di Taurisano, San Cesario e Nardò (quest’ultimo predisposto dall’aeronautica e poi comunque chiuso). Mentre proprio ieri la Asl ha comunicato che il drive-through di San Cesario di Lecce sarà trasferito presso il palazzetto dello sport di via Caduti di Nassiria a Lecce e che ogni prenotazione dovrà fare riferimento alla nuova sede del drive. Ne consegue che  per tutta la provincia gli unici due centri per effettuare i tamponi molecolari sono rimasti Lecce e Taurisano.

“Il distretto di Gallipoli, come noto” scrive Fasano, “nell’ambito della prevenzione dai contagi e l’effettuazione dei tamponi segue anche i comuni di Alezio, Tuglie, Taviano e Sannicola. Ormai, purtroppo, sono centinaia le persone che in questo ambito territoriale ed in altri comuni vicini sono positive e molte di più quelle che devono sottoporsi al tampone molecolare preventivo per la verifica di possibili contagi. Per questo ho chiesto al dottor Fedele sen non ritiene utile  e necessario predisporre, a Gallipoli, un presidio per i tamponi molecolari che copra tutta l’area centrale in provincia alleviando così i disagi per il raggiungimento delle due postazioni attive”.

“Non è infatti sostenibile il peso organizzativo di famiglie intere e con figli piccoli” incalza Fasano, “costrette a percorrere lunghi e disagiati tratti stradali per poi affrontare altrettanto lunghe e faticose file prima di effettuare il prelievo, per cui questa richiesta ha il carattere dell’urgenza e della necessità. Per mero scrupolo dico subito che non credo che possa far velo ad evadere positivamente la presente istanza il fatto che a proporla non sia il sindaco di Gallipoli, il quale, peraltro, proprio nel campo della sanità locale sta dimostrando chiaramente la sua preoccupante assenza, poiché ciò che qui si chiede è a vantaggio di un’intera area che va oltre i confini urbani e semmai sarebbe dovuto essere il presidente della Provincia a richiedere tale struttura sanitaria. Confido nell’accoglimento di tale proposta”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tregua domenicale, 584 i casi positivi. Lopalco "sfiduciato" dalla Lega

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento