Giovedì, 13 Maggio 2021
Gallipoli

Controlli nello stadio "Bianco", sequestrati fumogeni a più riprese e striscioni

Domenica otto fumogeni, nelle settimane precedenti altro materiale. Sulle vicende indaga il commissariatoo di polizia gallipolino

GALLIPOLI – Trentadue fontane pirotecniche, dieci fumogeni del tipo torcia a mano, undici a barattolo e striscioni con scritte che istigherebbero alla violenza. Tutto nascosto in modo accurato, in luoghi in cui non sarebbe proprio facile accedere. E’ quanto sequestrato dagli agenti di polizia del commissariato di Gallipoli, a carico di ignoti, nel corso dei controlli nel campo sportivo locale, lo stadio “Bianco”.

I sequestri sono avvenuti in due tranche. Il primo, decisamente più corposo, risale novembre scorso, quando la formazione giallorossa (che milita nel campionato d’Eccellenza), doveva incontrarsi con il Casarano (gara terminata con la vittoria degli ospiti per 1-0). Il secondo sequestro, invece, è di ieri e riguarda otto torce fumogene. In questo caso il Gallipoli giocava con la Pro Italia Galatina, piena di giovani, per problemi societari. Partita senza storia, un 9-0 per i padroni di casa

Si tratta di materiale, ovviamente, vietato dalla legge e che spesso viene usato durante lo svolgimento di manifestazioni sportive. Il tutto è stato recuperato nel corso delle operazioni di bonifica che precedono le gare.

Il materiale sequestrato, messo a disposizione dell’autorità giudiziaria, ha dato avvio alle indagini per individuare i responsabili. Sul caso le scientifica sta svolgendo opportune valutazioni.

L’aspetto particolare sono gli striscioni. Erano stati scomposti. O, meglio, più parole scritte su singoli pezzi, da riunire a gara in corso fino a formare una frase compiuta. Una tecnica adottata da diversi anni in quasi tutti gli stadi italiani, proprio per cercare di evitare i controlli. A quanto pare, però, pur inneggiando alla violenza, non sarebbero stati rivolti alla tifoseria avversaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli nello stadio "Bianco", sequestrati fumogeni a più riprese e striscioni

LeccePrima è in caricamento