Mercoledì, 4 Agosto 2021
Gallipoli

Gettano in un pozzo l’I-Phone 5 rubato poco prima, incastrate due donne

Una 41enne di Casarano e una 31enne di Gallipoli sono accusate di furto aggravato e continuato in concorso: ammesse le responsabilità davanti ai carabinieri di Sannicola. Consapevoli di essere sospettate, avevano provato a liberarsi del dispositivo

SANNICOLA – Due addette alle pulizie sono state denunciate per furto aggravato e continuato in concorso dai carabinieri della stazione di Sannicola. Si tradda di O.F., 41enne di Casarano e di D.T., 31enne di Gallipoli. Sono accusate di aver sottratto un I-Phone5 alla dipendente di un’agenzia immobiliare all’interno di una casa da concedere in affitto per le vacanze, in contrada Canali, a Sannicola.

La vittima del furto, che aveva acquistato il dispositivo solo pochi giorni prima, ha subito sospettato delle due, dicendo loro di voler denunciare il fatto ai carabinieri. I sospetti sono diventati qualcosa di più quando le due si sono allontanate dall’abitazione dove stavano prestando servizio senza terminare il lavoro né addurre una spiegazione plausibile.

Le indagini condotte in maniera spedita dai militari hanno permesso di appurare che proprio in quel frangente il cellulare è finito in un pozzo poco lontano. Del resto, considerato il fatto che il furto è stato compiuto in orario diurno e che la casa in questione non presentava segni di effrazione, le attenzioni dei carabinieri si sono concentrate da subito sulle persone presenti al momento della denuncia.

Rintracciate, identificate e messe alle strette dai militari, le due donne hanno ammesso quanto contestatogli ed indicato il pozzo, di circa 20 metri di profondità. Con la collaborazione del Sap dei vigili del fuoco di Lecce i militari hanno quindi provveduto a recuperare la refurtiva e porla sotto sequestro per il successivo rilevamento delle impronte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gettano in un pozzo l’I-Phone 5 rubato poco prima, incastrate due donne

LeccePrima è in caricamento