menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I ladri si calano dall'alto in piena notte: foro e furto da 12mila euro

Soldi e altri valori per un bottino ingente. Dai locali dell'ex Pretura di Gallipoli hanno perforato il pavimento e sono entrati nella tabaccheria di via De Pace. Hanno portato via anche il Dvr con le immagini di videosorveglianza

GALLIPOLI – Un foro nel pavimento del piano sovrastante e si sono calati nella tabaccheria alla maniera dei ladri dei romanzi gialli. Arsenio Lupin, questa notte, era in giro nel centro storico di Gallipoli e ha colpito a due passi da Palazzo Balsamo. I ladri, infatti, sfruttando alcuni stabili al momento disabitati, hanno agito del tutto indisturbati, riuscendo a scavarsi un foro sufficientemente grande per entrare di soppiatto dentro la storica tabaccheria di via Antonietta De Pace, nel centro storico. Ingente il bottino, per un danno che dovrebbe ammontare attorno ai 12mila euro. Di cui, almeno 9mila in monete dalle macchine all’interno.  

Il fatto scoperto in mattinata

La scoperta è avvenuta questa mattina. Sul posto, verso le 11, si sono recati i carabinieri del Nucleo radiomobile della compagnia di Gallipoli per un sopralluogo. I ladri sono stati molto abili. Hanno sfruttato i locali del piano superiore, che ospitano l’ex Pretura della Città Bella e, che fanno parte oggi del patrimonio immobiliare comunale.

Occupati abusivamente per lungo tempo, sono poi stati sgomberati e rientrano in un piano di riqualificazione del borgo antico, anche se per ora restano mezzi diroccati e puntellati. E’ passando proprio da qui, dunque, dopo aver presumibilmente disattivato l’allarme e aver sottratto anche il Dvr con le registrazioni, che hanno sottratto denaro, stecche di sigarette di varie marche per un migliaio di euro, bollettini postali e ricariche telefoniche.

Analogie con un caso precedente

E’ già la seconda volta in poco tempo che nel centro storico di Gallipoli vengono sfruttati piani di edifici disabitati per farsi largo dentro i veri obiettivi. Nel novembre scorso ignoti entrarono nella chiesa del Rosario tramite i piani superiori dell’ex chiostro dei Domenicani (fino ad alcuni anni addietro usati come aule scolastiche), riuscendo a forzare la cassaforte con i gioielli donati dai fedeli. La sensazione, visto come sanno muoversi i ladri e che vanno quasi a colpo sicuro, è che possa trattarsi di soggetti del posto.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento