Domenica, 19 Settembre 2021
Gallipoli Gallipoli

L’idea trasversale di Coppola: “Anche il Pdl apra a Errico sindaco”

Il referente della Grande Gallipoli coglie al volo l'appello lanciato da Barba per l'allargamento della sua coalizione e "suggerisce" la soluzione: "Un'ampia maggioranza, che vada dal Pdl sino al Pd". E' chiusura invece con Sel

 

GALLIPOLI - Il Pdl accelera, Vincenzo Barba guarda oltre il suo partito e il suo schieramento canonico per allargare la coalizione. E quasi a sorpresa giunge una proposta che sà molto di provocazione. O forse no. A lanciarla il referente della “Grande Gallipoli”, Giuseppe Coppola, che cogliendo al volo l’apertura “distensiva” lanciata qualche giorno addietro dal deputato cittadino del Pdl, suggerisce una soluzione utile, secondo il suo ragionamento, per togliere le castagne dal fuoco da entrambi gli schieramenti di centrodestra e centrosinistra impegnati nella quadratura del cerchio in vista della tornata elettorale di maggio. Una grande coalizione trasversale che al di là di sigle e colori politici converga sulla figura di Francesco Errico candidato sindaco. Possibile? Così almeno scrive e pensa Coppola. Attuabile? Forse solo nell’ottica di una coalizione non solo ampia e variegata, ma soprattutto concepita di matrice più tecnica (simil governo Monti) che politica, oltre gli steccati partitici e le bandiere di riferimento. “Può considerarsi certamente distensiva per il  bene della città” si legge nella nota della civica Grande Gallipoli, “la novità espressa dal Pdl attraverso le parole dell'onorevole Barba che invita il suo coordinatore cittadino a partire con le consultazioni. Allo scopo, sarebbe auspicabile un'apertura al dialogo con il candidato Francesco Errico, figura da tutti riconosciuta come moderata e dunque capace di unire la responsabilità dimostrata dal Pd e l'apertura dei giorni scorsi dell'onorevole Barba”.

Le motivazioni di questa nuova “uscita” di Coppola si lega ad un discorso che l’ex consigliere enuncia in premessa alla sua proposta finale dell’apertura del Pdl a Errico. “La città di Gallipoli, come l'Italia, ha bisogno di cinque anni di consiliatura piena, direi quasi con i poteri di una assemblea costituente, capace di affrontare e risolvere le grandi questioni che troppe volte sono state sacrificate per mantenere in vita coalizioni rappresentate più da singoli che da partiti. Ed in funzione di questa necessità” prosegue Coppola, “di dare alla città cinque anni di piena attività amministrativa, che ribadisco l'assoluta necessità di dare vita ad un'ampia maggioranza, che vada dal Pdl sino al Pd,  praticamente omogenea a quella di governo nazionale, capace di affrontare e risolvere i grandi temi di sviluppo e solidarietà di cui Gallipoli ha bisogno”.   

E si legge ancora nella nota della civica Grande Gallipoli: “Affrontare il delicato tema dell'emergenza abitativa e della disoccupazione, al pari di quello dello sviluppo economico necessità di maggioranze molto ampie. E non intendo maggioranze solo ed esclusivamente numeriche in Consiglio comunale. Mi riferisco a maggioranze che devono costituire un blocco sociale ampio, capace si condividere, supportare e se necessario difendere quelle scelte, probabilmente anche impopolari, a cui la prossima amministrazione sarà chiamata ad affrontare”. E se da un lato Coppola apre alla maxi alleanza per Gallipoli a supporto di Errico sindaco, dall’altra chiude i ponti di un possibile dialogo con chi dal versante della Sinistra pone un veto su possibili accordi elettorali e programmatici in tema di larghe intese. “Ha ragione Pompeo Demitri: per il rispetto che si deve agli elettori, è necessario chiarire definitivamente, qualora ve ne fosse ancora bisogno, che la differente idea di città tra chi, come il sottoscritto che sostiene la candidatura a sindaco di Francesco Errico, e la mini coalizione che ha dato l'ultimatum al Pd, non consente in alcun modo di immaginare un percorso amministrativo comune”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’idea trasversale di Coppola: “Anche il Pdl apra a Errico sindaco”

LeccePrima è in caricamento