Mercoledì, 16 Giugno 2021
Gallipoli

Pdl accelera: “Basta indugi, avanti con candidato sindaco e programma”

Riprende a vivacizzarsi il clima politico gallipolino in vista delle amministrative. Vertice nel centrodestra con Puglia Prima di Tutto e Dc. Barba suona la carica. Tra Perruccio e Di Mattina spunta anche il nome di Pippi Barba

 

GALLIPOLI – Il risveglio della politica gallipolina abbacchiata dagli equilibri leccesi. E dare un nuovo scossone ci pensa il Pdl di Vincenzo Barba, che serra le fila. Il tempo stringe, e dopo aver annunciato e poi disatteso la quadratura del cerchio entro le festività natalizie, per i piediellini è tempo di fugare gli indugi sul programma e il candidato sindaco di riferimento. Per questo una nuova assemblea si è tenuta in questi giorni tra gli esponenti cittadini del Pdl, della Puglia Prima di Tutto e della Dc, per fare il punto della situazione in vista delle prossime elezioni comunali. Stesura del programma per la città, allargamento della coalizione e individuazione di un candidato alla poltrona di primo cittadino all’altezza del ruolo (è sempre testa a testa tra l’ex presidente del consiglio comunale Giuseppe Perruccio, il consigliere provinciale Toti Di Mattina, ma si è anche sussurrata anche un’ipotesi che rimanda all’ex assessore comunale Giuseppe Barba), il tema della discussione interna al coordinamento del Popolo della Libertà gallipolino.

A tirare la volata, neanche a dirlo, il deputato cittadino,  Vincenzo Barba che ha messo in evidenza qualche piccolo ritardo organizzativo che sta intralciando la macchina elettorale, ma nel contempo ha evidenziato come le forze politiche del centrodestra “non solo non difettino, ma addirittura abbondino” di personalità di spicco pronte a mettersi in gioco per l’interesse di una collettività. Barba ha sottolineato inoltre il fatto che “importanti figure di spicco della società civile, uomini del mondo della pesca, del commercio, delle professioni, abbiano più volte rappresentato la concreta possibilità di scendere in campo in prima persona e di impegnarsi fattivamente per la rinascita di Gallipoli e a supporto del Pdl e del programma condiviso”. Quello che emerso chiaro a referenti politici del centrodestra è “che occorre accelerare ritmi e tempi per l’individuazione del programma, dell’eventuale coalizione e del candidato sindaco di Gallipoli”.

L’esortazione di Barba è stata quella di “lavorare alacremente per consentire alla comunità  gallipolina di riscattarsi dopo che nell’ultimo anno e mezzo è stata bistrattata da una cattiva amministrazione e da un pessimo inciucio che ha fatto regredire la politica cittadina di ben oltre un secolo e che ci si deve prodigare per evitare che si ripeta”. Da qui la chiosa finale e le conclusioni dei rappresentanti dell’asse Pdl-Ppdt-Dc: “In queste settimane, probabilmente, ci siamo resi conto di aver indugiato troppo in attesa di alleanze che se devono maturare, devono farlo in tempi molto stretti, dal momento che nessuno di noi ha intenzione di presentarsi agli elettori imponendo nomi che non siano stati condivisi con la nostra comunità di riferimento” puntualizzano dal coordinamento cittadino Pdl, “e proprio la condivisione è apparsa essere il criterio fondante sul quale muoversi nelle prossime ore, con accortezza, con sensibilità, ma certamente senza indugi, avendo come fine primario l’alta onorabilità e il profondo senso civico. I cittadini di Gallipoli sono troppo scottati dal passato per rischiare di bruciarsi nel futuro e non c’è ombra di dubbio che, sotto il coordinamento sempre responsabile e sempre razionale di Vincenzo Barba, sapremo trovare la soluzione politica più idonea per il bene comune”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pdl accelera: “Basta indugi, avanti con candidato sindaco e programma”

LeccePrima è in caricamento