Lunedì, 2 Agosto 2021
Gallipoli

Gallipoli calcio nella bufera. Presidente Barone annuncia le dimissioni

Con una stringata comunicazione il patron giallorosso annuncia il suo disimpegno alla guida della società con effetto immediato. La squadra di Calabro guida il campionato di Eccellenza. Esclusi gli strascichi della gara con l'Andria

Il presidente Marcello Barone.

GALLIPOLI - Piove sul bagnato in casa del Gallipoli calcio proprio nel momento topico che vede la formazione giallorossa in vetta alla classifica del campionato di Eccellenza. Con una stringata nota divulgata dalla società il presidente del Gallo, Marcello Barone, ha comunicato le sue dimissioni dalla carica dirigenziale con effetto immediato. “Comunico ufficialmente le mie dimissioni, con effetto immediato, da presidente dell’Asd Gallipoli Football 1909” scrive il numero uno giallorosso, “mi auguro che, nei prossimi giorni, qualcuno possa prendere in mano la situazione, per garantire alla squadra di scendere regolarmente in campo domenica prossima a Castellaneta”. Una decisione a sorpresa e che ovviamente mette in fibrillazione tutto l’ambiente sia sotto il profilo societario che quello della tifoseria tornata ad entusiasmarsi dopo i brillanti risultati che hanno portato la compagine giallorossa a cimentarsi in un avvincente lotta al vertice del torneo in corso.

In un primo momento sembrava che la decisione assunta e comunicata dal presidente Barone fosse legata agli strascichi della gara di ieri al Bianco contro la Fidelis Andria terminata in parità (l’incontro di cartello si è chiuso con il risultato di 1-1 con le marcature nella ripresa del giallorosso Tedesco e il pareggio nel finale di Di Rito). Una vivace polemica a distanza tra la società biancazzurra e il patron del Gallipoli in seguito alle accuse mosse dagli andriesi per presunti atteggiamenti della dirigenza locale, ma soprattutto in seguito al deprecabile episodio che ha visto, dopo la gara, il bus che trasportava la squadra ospite e la dirigenza, colpito, all’altezza del cavalcavia dello svincolo per Alezio, da alcune pietre, lanciate da sparuti facinorosi.  Da  qui  la dura presa di posizione della società azzurra, che ha lanciato parole al vetriolo anche contro lo staff gallipolino e alla quali lo stesso presidente Barone ha replicato con un duro e circostanziato comunicato ufficiale.

Da quanto appreso però la decisione del presidente giallorosso non sarebbe legata direttamente (o indirettamente) a tale situazione, pur rimando ferma e decisa, da parte di Barone, la condanna verso qualunque fenomeno di violenza che non ha nulla a che vedere con il calcio giocato e la lealtà sportiva. Episodio fuori le righe sul quale anche i tifosi della curva sud gallipolina hanno preso immediatamente le distanze definendolo  “figlio della scelleratezza di qualche cane sciolto che nulla ha a che vedere con i gruppi del tifo organizzato giallorosso".

Le motivazioni poste alla base del disimpegno da parte del presidente del Gallo saranno sicuramente comunicate e dettagliate in questi giorni. Forse, ma al momento siamo nel campo delle ipotesi, qualcosa nell’ambiente della società giallorossa o del rapporto con la città e la tifoseria, sembra essersi incrinato rispetto al recente passato. Senza dimenticare i rapporti non sempre idilliaci degli ultimi mesi con l’amministrazione comunale sul tema della gestione e della convenzione per lo stadio. Si vedrà. Per il momento una grana imprevista anche per la formazione allenata da mister Calabro in vista della trasferta di Castellaneta, dove i giallorossi, primi in classifica con 45 punti, dovranno difendersi dall’attacco al vertice delle immediate inseguitrici Mola, Andria e Casarano.           

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gallipoli calcio nella bufera. Presidente Barone annuncia le dimissioni

LeccePrima è in caricamento