Domenica, 1 Agosto 2021
Gallipoli

Gallipoli, piazza Imbriani: dove finiranno i basoli?

Le antiche pietre di proprietà comunale rimosse per far posto al nuovo mattonato. Capannelli di curiosi seguono i lavori nell'area a ridosso dell'ex mercato coperto. E non mancano le polemiche

I nuovi basoli di piazza Imbriani (foto A.Tricarico)

"Ma ora che fine farà il vecchio basolato della piazza?". C'è uno strano brusio che si avverte palese in prossimità di piazza Imbriani, all'ingresso nevralgico del centro storico gallipolino. Capannelli di anziani e cittadini seguono da vicino la trasformazione della piazza dove insistono attività commerciali e ristorative, l'ingresso laterale dell'ex mercato coperto, e fino a qualche tempo addietro la sede centrale delle Poste. Interventi appaltati da tempo e relativi alla realizzazione delle rete fognante nella città vecchia e alla sostituzione della vecchia pavimentazione di asfalto e basolato che da oltre un mese sta interessando la predetta piazza Imbriani. Tra i più acuti osservatori c'è chi non si è fatto da subito sfuggire un particolare non del tutto trascurabile: il pavimento di pietra bianca, che sta via via sostituendo il tratto pedonale prospiciente il lato nord della piazza, non avrebbe nulla a che vedere con la tradizione architettonica dello storico borgo gallipolino. E non solo. Visto che già ai tempi della rimozione dei vecchi basoli nel tratto di via Antonietta De Pace e piazza delle Repubblica per gli scavi delle nuova rete fognante, si erano levate forti perplessità sugli interventi considerati poco ortodossi (in particolare il recupero con il mezzo meccanico degli stessi basoli invece di un più accurato lavoro di estrazione manuale per evitare danni agli storici calpestii).

Ora più di qualcuno tra i cittadini della Città bella evidenzia come i vecchi basoli (di proprietà comunale, come indica in molti punti la relativa dicitura scolpita e ritratta in foto) vengano rimossi anche da piazza Imbriani per far posto alle nuove "mattonelle bianche", senza aver contezza di dove andranno a finire le antiche pietre che hanno rappresentato da sempre la storia locale. Antichi basoli che a fatica, nel corso della prima amministrazione guidata allora dall'ex sindaco Flavio Fasano, erano ritornati in auge in molte stradine della città vecchia dopo l'insano intervento di copertura di cemento e asfalto che era stato disposto negli anni precedenti. In molti di chiedono: "Ma che fine faranno ora quei vecchi basoli?". Anche perché a quelli di piazza Imbriani si associano anche i basoli rimossi in molte altre viuzze della vecchia Gallipoli (un caso per tutti la centralissima via Garibaldi) in occasione degli interventi per il metano e la fogna, e che sono stati rimpiazzati da asfalto in catrame. Timori affievoliti dalle rassicurazioni degli uffici comunali competenti che riferiscono che i basoli rimossi, dove possibile, saranno recuperati sempre nell'ambito delle strade che ricadono all'interno della cinta muraria della città vecchia.

Tra i commenti più ironici invece si registrano quelli di alcuni cittadini che sostano dinanzi al cantiere e che dicono: "Non è che il Comune ha intenzione di vendere all'asta anche i basoli antichi del centro storico così come sta avvenendo per altri immobili del patrimonio pubblico per risanare i conti in rosso?". Battuta ironica, ma che rende l'idea di quanto i gallipolini siano legati al loro patrimonio storico e architettonico. E temono tra l'altro che la nuova pavimentazione di piazza Imbriani, concepita con la stessa metodologia della riqualificazione di piazza Aldo Moro o piazza Fontana Greca, possa fare la stessa ingloriosa fine: basoli di nuova concezione già rovinati dal passaggio dei veicoli e privi di qualsivoglia intervento di manutenzione.

Vittorio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gallipoli, piazza Imbriani: dove finiranno i basoli?

LeccePrima è in caricamento