Notizie da Gallipoli

Gallipoli promosso in B, retrocesso per "senso civico"

Nonostante appelli e richiami continua il malvezzo di abbandonare rifiuti ingombranti lungo le Riviere della città vecchia. Lo sfogo dell'assessore Cacciatori: "Uno spettacolo indecente che rattrista"

Il desolante spettacolo a due passi dal mare.
Gallipoli città da serie B a livello calcistico. E questo è sinonimo di positività. Ma c'è un'altro volto della città bella che la fa retrocedere nella serie B intesa come mancato rispetto del decoro civico e ambientale. La denuncia arriva direttamente dal cuore pulsante della città vecchia e dalla desolazione dell'assessorato al Centro storico impegnato sin dal suo insediamento nel dare un sterzata alla usuali "cattive" abitudini di qualche cittadino poco avvezzo al rispetto delle regole di civile convivenza. Appelli e richiami caduti evidentemente nel vuoto visto che lungo le riviere del centro storico continuano ad essere abbandonati cumuli di rifiuti ingombranti nonostante, altresì, l'attivazione del servizio di raccolta a chiamata e a domicilio. "Uno spettacolo indecente, che rattrista ed addolora". Sono le parole con cui l'assessore al Centro Storico, Giorgio Cacciatori, commenta il deposito sistematico di rifiuti che negli ultimi giorni sta interessando le riviere della città vecchia, diventate un vero e proprio magazzino a cielo aperto di ingombranti di ogni genere: dai televisori, alla mobilia usata e logora, dai piatti doccia ai materassi, passando per sanitari e lavandini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"Si tratta- ha continuato l'assessore - di persone che oltre ad avere un senso civico pari allo zero dimostrano di non amare per niente la nostra città, visto che continuano a sfregiarla con questi atti ignobili, che deturpano l'ambiente e l'immagine di una comunità che nella sua stragrande maggioranza è civile e rispettosa delle regole. Spiace che pochissime, isolate persone si rendano autori di gesta così basse". La situazione amareggia maggiormente in quanto proprio l'assessore, negli ultimi mesi, aveva cercato di contribuire al decoro della città vecchia. "In passato - ha spiegato Cacciatori - avevamo già assistito a scene di questo genere, anche se non in tal misura e per giunta lungo tutto il periplo del centro storico. Per questo avevo fatto apporre sui cassonetti le indicazioni utili per contattare gratuitamente la ditta che gestisce l'appalto di nettezza urbana, che con cadenza settimanale ritira a domicilio i rifiuti ingombranti. Evidentemente, per chi considera la città come una pattumiera personale, neanche questo servizio serve quale deterrente a non inquinare". L'assessore, pertanto, sottolinea come sia necessario rafforzare controlli ed attività di monitoraggio per sanzionare i trasgressori. "Nel ribadire - ha concluso Cacciatori - che è vietato per legge depositare materiale di risulta lungo le arterie cittadine, pena severe sanzioni amministrative, è intenzione predisporre e rafforzare servizi mirati per il tramite della Polizia Municipale al fine di individuare e punire chi inquina l'ambiente e l'immagine della città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

  • Impatto micidiale, sette coinvolti: ragazza in codice rosso per dinamica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento