Notizie da Gallipoli

Gallipoli stregata dalle "Frecce": ecco le foto

Sabato pomeriggio sul lungomare Galilei uno spettacolo che ha lasciato senza fiato centinaia di spettatori assiepati sulla rotonda e sulla scogliera di scirocco

Scia tricolore (foto Simon Palma)
Una spettacolo degno della sua fama. Vibrante, emozionante e coinvolgente. Tutti ad ammirare, con il naso all'insù, per venti minuti abbondanti, il "passaggio" delle mitiche Frecce tricolori che rimarrà tra i ricordi e le esperienze più belle da raccontare nel bagaglio delle vacanze estive 2007. Centinaia, forse migliaia di spettatori. Trepidanti, festosi, pronti a rispondere con applausi e saluti dalla terra ferma alle performance dei mezzi aerei che hanno preso parte al Gallipoli Air Show. Assalto al gazebo dell'Aeronautica militare che distribuiva gigantografie e gadget e materiale informativo della pattuglia acrobatica e parterre istituzionale colmo di autorità civili e militari. Non meno significative le esibizioni in volo e le simulazioni di salvataggio di elicotteri e mezzi aerei e navali dei carabinieri, Guardia di finanza, Polizia di stato, Protezione civile nonché della pattuglia dell'Aerolcub Vega Ulm di Lecce. Un saporito contorno (con la fattiva partecipazione di uomini e mezzi del Guardia Costiera e del 61° Stormo) all'appuntamento clou tanto atteso. Una manciata di minuti alle 18 di sabato scorso. Pomeriggio assolato. L'annuncio dalla postazione dello speaker dell'avvenuto decollo dei 10 MB339 dalla pista dell'Aeroporto "Cesari" di Galatina. E poi lo spettacolo indecifrabile: si sentono arrivare alle spalle...Annunciati soltanto da un sibilo che, in una frazione di secondo, si trasforma in un rombo, in quella bandiera italiana che riempie il cuore di orgoglio e di sentimenti nazionalisti. Da lì in poi le emozioni si susseguono senza sosta, in un continuo crescendo. Per venti minuti il cielo sopra le teste si trasforma in un palcoscenico naturale dove le evoluzioni delle ‘Frecce Tricolori' si alterneranno tra il programma della formazione e quello, spericolato, del solista. Migliaia di occhi rimasti incollati al cielo, uno scisma di persone allibite nell'assistere al miglior spettacolo di acrobazia aerea al mondo: Il ricongiungimento, il Cuore, l'apertura e l'incrocio bomba, il Cardioide, il volo folle del solista, le rappresentazioni più suggestive. Semplicemente perfette. Affascinanti.....Mitiche. Il tutto immortalato nel reportage fotografico di Simon Palma.

Cerchiamo di scoprire insieme perché l'esibizione della Pattuglia Acrobatica Nazionale, viene considerata, da tutti, unica nel suo genere. In primo luogo perché le "Frecce Tricolori" sono la formazione acrobatica più numerosa al mondo, composta da 10 velivoli MB339 che, in tutte le fasi della loro esibizione, rimangono sempre visibili al pubblico. E così è stato anche nell'evoluzione gallipolina. Una prerogativa unica che consente a ogni spettatore di apprezzarne sia la professionalità e le tecniche impiegate in ogni evoluzione sia la spettacolarità e l'armonia delle manovre, volte ad esaltare le prestazioni del Jet Aermacchi MB339, di esclusiva costruzione italiana. II loro programma di volo poi è il risultato di una tradizione perfezionatasi in oltre 45 anni di storia. Un programma che è il risultato anche di un serrato addestramento che segue regole rigide, dove la professionalità, la reciproca fiducia e collaborazione sono gli elementi cardine di una squadra chiamata, in ogni istante, a far gruppo. Un gruppo affiatato, armonico, sapientemente guidato dal maggiore Massimo Tammaro, che garantisce, anno dopo anno, la perfetta integrazione dei nuovi piloti nel naturale equilibrio della formazione. In secondo luogo le forti emozioni suscitate durante le esibizioni della Pan, la pattuglia acrobatica nazionale, si manifestano nell'amicizia e nell'affetto che gli appassionati dimostrano costantemente anche attraverso la creazione di nuovi "Club Frecce Tricolori" sparsi in ogni dove. Sentimenti di profonda stima e rispetto che le "Frecce" ricambiano, mantenendo uno stretto rapporto con il pubblico e con le autorità con cui entrano in contatto nel corso delle manifestazioni aeree che si svolgono, da maggio a settembre, in Italia e all'estero. Gli stessi autentici sentimenti che esternano nei loro confronti tutte le altre pattuglie acrobatiche internazionali con cui non sono assolutamente in competizione. Le Frecce Tricolori non sono solo sinonimo di professionalità, determinazione e disciplina, ma suggellano l'affiatamento di gruppo di uomini chiamati, con passione e sensibilità, a rappresentare l'Aeronautica Militare e il Tricolore nel mondo.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E che lo spettacolo abbia incontrato il massimo gradimento da parte del pubblico lo dimostra il fatto che i tre chilometri di costa del lungomare Galilei erano letteralmente stracolmi di gente. Foto ricordo, filmati video, autografi e applausi scroscianti. Questi i simboli della festa, con un curioso fuoriprogramma per gli elicotteri di carabinieri e polizia: impegnati con gli straordinari a conclusione della manifestazione per il controllo del traffico caos. Le strade e le vie d'uscita dalla cittadina ionica sono state letteralmente intasate per quasi due ore. Incolonnamenti paragonabili a quelli sul raccordo anulare romano all'ora di punta. Lunghe code. Auto bloccate, ma fortunatamente nessun incidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

  • Impatto micidiale, sette coinvolti: ragazza in codice rosso per dinamica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento