Gallipoli Via Torino

Gli studenti del Terzo Polo tornano in via Torino: inaugurato il nuovo istituto

Questa mattina la consegna dopo la riqualificazione. Ora si attendono buone nuove anche per i disagi in via Milano

GALLIPOLI – Un nuovo prospetto e ambienti rinnovati e più confortevoli per i giovani studenti del Terzo Polo di Gallipoli che nella mattinata di oggi hanno potuto far rientro nella loro sede scolastica tradizionale in via Torino e via Pavia dopo il completamento dei lavori di riqualificazione. Gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’istituto comprensivo sono quindi tornati tra i banchi del loro plesso dopo essere stati costretti ad abbandonarli e a trasferirsi temporaneamente nelle altre sedi comunali per continuare l’attività didattica in attesa del completamento delle opere.

Qualche giorno di attesa in più e semplici rifiniture da ultimare ma il progetto di riqualificazione funzionale (finanziato dalla Regione con fondi Cipe per  un milione di euro nell’ambito dell’Accordo di programma quadro per il recupero e la riqualificazione del patrimonio infrastrutturale degli istituti scolastici pugliesi finalizzato al contrasto della dispersione scolastica) è andato in porto. L’edifico, nella sua nuova veste, è stato inaugurato e consegnato alla popolazione scolastica alla presenza del sindaco Stefano Minerva, dell'assessore regionale Loredana Capone e di tutta l'amministrazione comunale e di una folata delegazione di parroci della città. Ad impartire la benedizione e a tributare un pensiero di benevolenza per gli studenti e per i genitori presenti il padre spirituale di san Gerardo Maiella, don Andrea Danese. 

La nuova sede è stata consegnata ufficialmente al dirigente scolastico del Terzo Polo, Martinella Biondo, che ne ha apprezzato lo status completamente rinnovato. la Facciata con vetrata a specchio, le lastre disposte secondo ricorsi orizzontali, aiuole  e risistemazione delle aree verdi, piccoli orti botanici, installazione  di contenitori colorati per effettuare la raccolta differenziata dei  rifiuti: sono solo alcune delle innovazioni della struttura che da questa mattina ha ricominciato ad accogliere gli studenti. Il progetto di ristrutturazione ha riguardato anche le pareti degli  ambienti interni, le facciate, i cortili interni e la parte sia interna che esterna della recinzione perimetrale, così come la revisione del  lastricato solare, la sostituzione sia della pavimentazione interna che di quella della palestra con il tipo anti-trauma.

"I bambini sono la vera forza di questa  città. Finalmente oggi a Gallipoli viene consegnata una bomboniera, una  scuola all'avanguardia e sicura” ha detto il sindaco Minerva, “un lavoro lungo, iniziato dalla  precedente amministrazione che ringrazio, e seguito con cura dalla  Regione Puglia e dall'assessore Capone in particolare. In questi mesi  questa amministrazione ha vigilato sull'andamento dei lavori giorno dopo  giorno, verificato che la scuola fosse riconsegnata nella sua nuova  veste e al più presto. Adesso i nostri bambini possono essere contenti e  vivere il tempo in questo spazio avendo cura di darvi la giusta  importanza perché da questi banchi si scrive il futuro". Per l’assessore Loredana Capone "con il talento si vincono le partite ma è  con il lavoro di squadra e l'intelligenza che si vincono i campionati.  

IMG_20170123_111220-2La Regione Puglia ci ha messo tanto in questo progetto ma fondamentale è stato e sarà il lavoro di tutti, dell'attuale amministrazione con il giovane sindaco Stefano Minerva, della precedente con l’ex sindaco Errico e Antonella Greco, della scuola, dei ragazzi che dovranno imparare ad utilizzare e a vivere al massimo questo luogo perché da qui comincerà il loro futuro. Su questi banchi” ha concluso l’assessore Capone, “cresceranno piccole donne e piccoli uomini, si formeranno ragazzi bravi, pieni di talento, in qualsiasi disciplina e settore. È questo il  nostro augurio, perché da loro dipenderanno le sorti di Gallipoli e di tutto il paese".

E sempre in termini di edilizia scolastica alleviati i disagi per studenti e famiglie legate al Terzo Polo è ora tempio di accelerare anche per risolvere quanto prima le problematiche nel plesso di via Milano. Le famiglie degli alunni del Secondo Polo attendono infatti ancora la messa in sicurezza del plesso interessato da lavori al soffitto e al solaio che hanno costretto al trasferimento e ai doppi turni e al rientro pomeridiano dei propri figli presso la sede centrale di piazza Carducci con disagi non di poco conto. Il vicesindaco Cosimo Alemanno e l’assessore alla pubblica istruzione, Silvia Coronese hanno garantito il massimo impegno per definire nel volgere di pochi giorni, e sulla scorta del responso dei vigili del fuoco e dei tecnici, la situazione e far rientrare gli studenti in piena sicurezza nella sede di via Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti del Terzo Polo tornano in via Torino: inaugurato il nuovo istituto

LeccePrima è in caricamento