menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il progetto della tensostruttura per lo sport in via Pasolini

Il progetto della tensostruttura per lo sport in via Pasolini

Il Comune accelera: col nuovo anno si realizza la tensostruttura per lo sport

Dalla giunta via libera al progetto esecutivo per la realizzazione di un centro polivalente in via Pasolini per 500 mila euro. Si attende solo l’integrazione dei pareri di Soprintendenza e vigili del fuoco poi si parte con il cantiere

GALLIPOLI - Il sogno e soprattutto la necessità quanto mai impellente di realizzare un palazzetto dello sport nel territorio gallipolino sembrano ancora lontani, ma il Comune accelera e il 2021 sarà l’anno giusto per avviare la realizzazione un centro polivalente per garantire servizi e la pratica delle discipline sportive.

La giunta comunale proprio con una recente delibera di fine anno ha inteso accorciare ancor più sui tempi di attesa della nuova tensostruttura che sarà realizzata in via Pasolini. E in questi giorni, il responsabile comunale del procedimento, l’architetto Mauro Bolognese, ha già avviato l'indagine di mercato finalizzata a raccogliere le manifestazioni di interesse da parte delle ditte per l’espletamento della procedura negoziata di assegnazione dei lavori.

Dopo aver assegnato incarico ad un raggruppamento di professionisti per gli adempimenti tecnici e i rilievi geologici, è infatti arrivato nei giorni scorsi il via libera al progetto esecutivo per la realizzazione dell’opera con la sola riserva delle integrazioni, all’intera procedura, dei pareri e le eventuali prescrizioni, sottoposte all’attenzione della Soprintendenza e dei comando dei vigili del fuoco. 

Già nel Gennaio del 2019 il Comune aveva approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione di una tensostruttura polivalente da utilizzare per le discipline sportive di pallavolo, basket, pallamano e calcio a 5, con annessa tribuna per gli spettatori e spogliatoi, che era stato considerato ammissibile, ma non finanziabile, nella partecipazione ai bandi regionali dei Por Puglia e della misura “Sport e Periferie”, messo in auge dalla presidenza del Consiglio dei ministri, Ufficio per lo sport, per ottenere le relative quote di finanziamento garantite dal Governo. Ma il Comune non si è dato per vinto.

L’amministrazione comunale, con l’assessorato ai lavori pubblici retto da Biagio Palumbo e di concerto con l’assessorato allo Sport, delega attualmente in mano all’assessore Titti Cataldi, ha deciso, già nell’estate scorsa, di non attendere oltre, e di recuperare con propri fondi di bilancio, pari a 500 mila euro, le somme necessarie per portar avanti la realizzazione della struttura e l’affidamento dei lavori. Per questo era già stato stabilito di procedere alla modifica del piano pluriennale delle opere pubbliche per anticipare la previsione di realizzazione della tensostruttura per questo nuovo anno.

L’importo complessivo per la realizzazione dell’opera strutturale è di 500 mila euro, e il Comune sperava di entrare nella graduatoria della misura governativa per acquisire un contribuito nell’ambito del bando pubblico pari a 375mila euro, mentre la restante somma di 125mila euro sarebbe stata coperta con fondi del bilancio comunale. Adesso la quota sarà interamente coperta da fondi comunali. La tensostruttura sorgerà sul terreno tra via Pasolini e via Pirandello, nella zona del quartiere di San Gabriele dell’Addolorata (ex Peep 3), dove si trova un lotto, di proprietà comunale, destinato a livello urbanistico proprio alla realizzazione di impianti sportivi, nelle immediate vicinanze dell’attuale parco giochi.

“L’amministrazione comunale ha ritenuto quest’opera strategica ed utile al miglioramento della qualità della vita della comunità di cittadini che abita anche il quartiere di San Gabriele e in attesa di finanziamenti idonei ha ritenuto quindi di poter individuare delle risorse di bilancio per finanziarne la realizzazione entro quest’anno” spiega il sindaco Stefano Minerva. Ad opera ultimata si deciderà, inoltre, da parte della civica amministrazione, la modalità di gestione della tensostruttura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento