Notizie da Gallipoli

Il Comune accelera per tensostruttura sportiva, sarà realizzata entro l’anno

Il progetto per la realizzazione di un centro polivalente in via Pasolini è stato dichiarato ammissibile ma non finanziabile dopo la partecipazione ai bandi pubblici. L’amministrazione fa da se e impegnerà fondi per 500 mila euro

Il progetto della tensostruttura sportiva

GALLIPOLI - Il sogno e soprattutto la necessità quanto mai impellente di realizzare un palazzetto dello sport nel territorio gallipolino sembrano ancora lontani, ma il Comune cerca di smuovere le acque quanto meno per realizzare un centro polivalente per garantire servizi e la pratica delle discipline sportive. Il progetto di fattibilità tecnica ed economica varato dalla giunta comunale nel gennaio del 2019  per la realizzazione di una tensostruttura polivalente da utilizzare per le discipline sportive della pallavolo, del basket, della pallamano, tennis tavolo e del calcio a 5, con annessa tribuna per gli spettatori e spogliatoi, è stata considerata ammissibile, ma non finanziabile nella partecipazione ai bandi regionali dei Por Puglia.

Lo stesso progetto era stato realizzato per partecipare ad un bando della presidenza del Consiglio dei Ministri, relativo alla misura “Sport e Periferie”, e che solo per 80 centesimi di punto non era stato approvato e reso finanziabile, poiché il precedente Governo aveva preferito premiare centri più piccoli ed altri centri più grandi di Gallipoli, e comunque già dotati di numerosi impianti sportivi. Ma il Comune non si è dato per vinto. L’amministrazione comunale ha deciso di non attendere oltre e di recuperare, con propri fondi di bilancio, pari a 500 mila euro, le somme necessarie per portar avanti la realizzazione del progetto e l’affidamento dei lavori.

Per questo la giunta ha già stabilito di procedere alla modifica del piano pluriennale delle opere pubbliche per anticipare la previsione di realizzazione della tensostruttura nell’anno in corso (la ratifica sarà effettuata nel consiglio comunale già convocato dal presidente dell’assise Rosario Solidoro per il 31 luglio). Il progetto della struttura polivalente, messo in piedi dall’ufficio tecnico comunale, diretto da Luisella Guerrieri, e redatto dall’architetto Mauro Bolognese è stato caldeggiato dagli assessori ai lavori pubblici, Biagio Palumbo e allo sport Antonella Russo prima e Assunta Cataldi ora.

L’importo complessivo per la realizzazione dell’opera strutturale è di 500 mila euro, e il Comune sperava di entrare nella graduatoria per acquisire un contribuito nell’ambito del bando pubblico pari a 375mila euro, mentre la restante somma di 125mila euro doveva essere coperta con fondi del bilancio comunale. Adesso la quota sarà interamente coperta da fondi comunali. La tensostruttura sorgerà sul terreno tra via Pasolini e via Pirandello, nella zona del quartiere di San Gabriele dell’Addolorata (ex Peep 3), dove si trova un lotto, di proprietà comunale, destinato a livello urbanistico proprio alla realizzazione di impianti sportivi, nelle immediate vicinanze dell’attuale parco giochi. Ad opera finanziata si deciderà, inoltre, da parte della civica amministrazione, il modo di gestione della tensostruttura.

“A nome del sindaco Stefano Minerva e dell’assessore allo Sport, Assunta Cataldi, comunico una grande novità” conferma l’assessore Biagio Palumbo, “volevamo fortemente la realizzazione di un nuovo impianto sportivo nella nostra città che garantisse l’esercizio di diversi sport ed abbiamo insistito pervicacemente. La giunta municipale ha difatti approvato nei giorni scorsi una variazione al programma triennale delle opere pubbliche, inserendo nello stesso il progetto per la realizzazione di un campo polivalente coperto, contenuto in una tensostruttura.

Ricordiamo tutti che tale progetto era stato realizzato per partecipare ad un bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri Sport e Periferie e che solo per 80 centesimi di punto non era stato approvato e reso finanziabile, poiché il precedente Governo aveva preferito premiare centri più piccoli ed altri centri più grandi di Gallipoli, con partecipazione amministrativa della Lega, e comunque già dotati di numerosi impianti sportivi”.

“Tale ingiustizia non poteva lasciarci indifferenti, per cui abbiamo insistito sulla questione. La variazione al programma delle opere pubbliche sarà portata alla discussione del prossimo consiglio comunale del 31 luglio”.

“Il progetto prevede un costo di 500 mila euro con la realizzazione di campi regolari per il basket, pallavolo, palla a mano, tennis tavolo” prosegue l’assessore comunale, “in modo tale che possa essere utilizzato, allo stato, dagli studenti delle varie comunità scolastiche e dalle associazioni locali che partecipano ai vari campionati. La struttura tensostatica sarà realizzata nel rione Peep 3, nell’area compresa tra via Pasolini e via Pirandello e vedrà anche la realizzazione di spogliatoi e di una tribuna per gli spettatori. Il costo sarà interamente a carico del Comune. In tal modo eviteremo le lungaggini burocratiche che qualsiasi bando comporta, oltre alla naturale competizione con altri Comuni.  Pensiamo di poter colmare così l’assenza di impianti sportivi nella nostra città e di vedere realizzata l’opera quanto prima”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

  • Parte un colpo mentre pulisce l’arma: ferita la fidanzata, indagato 38enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento