Notizie da Gallipoli

Il lungomare di Gallipoli naviga a vista. Tra i rifiuti

Anche a settembre la città jonica è piena di turisti, ma lo spettacolo sul versante mare di viale Galilei è a dir poco indecoroso. Pessimo biglietto per i visitatori delle navi da crociera

Da un lato le discariche a cielo aperto agli ingressi della città. Dall'altro lo spettacolo tutt'altro che edificante che per tutta la stagione estiva si è prospettato alla vista dei tanti turisti di stanza nella città bella che hanno percorso, in lungo e in largo, il lungomare Galilei. Oggi a distanza di tempo la situazione è rimasta del tutto invariata. E per una città turistica quale si fregia di essere la bella ed amata Gallipoli non è certo un bel biglietto da visita e una ragione di vanto. Tanto più che la stagione turistica è tutt'altro che finita in riva allo Ionio. Lo dimostrano le presenze ancora considerevoli di turisti e villeggianti di bassa stagione che brulicano tra le spiagge e le vie della città. E ancora le carovane di croceristi a bordo delle navi ormeggiate in rada e poi lungo la banchina del porto mercantile, che sono pronti ad approdare sulla terraferma. Pronti per vedere cosa? Per ammirare il centro storico, le bellezze naturalistiche, per assaporare la tipica cucina gallipolina e….. E per passeggiare sul lungomare Galilei. Con vista sui….rifiuti!.

Eh si, sembra paradossale, ma la situazione della "passeggiata" fronte-mare del litorale sud gallipolino è a dire poco indecorosa. E che non si venga a dire che è una situazione recente dettata dalle difficoltà dell'emergenza rifiuti rispelosa vibrante negli ultimi periodi….! Basta fare un sopralluogo sul lungomare per capire che le cose non stanno proprio in questo modo. Nella aiuole e soprattutto al di là dei parapetti e dei muretti di delimitazione della passeggiata ecco affiorare rifiuti di ogni genere. Bottiglie e bicchieri, plastiche e ferri arrugginiti in particolar modo. Tutti chiaramente di lunga giacenza, visto che si vede ad occhio nudo che sono stai lasciati lì da tempo immemore. E ai quali si aggiungono quelli delle ultime ore. Tutti lì, ammassati dietro i muretti e nelle aiuole e soprattuto a ridosso della prospiciente scogliera. Visibili, visibilissimi da chi passeggia o si siede per godere un po' di relax sul lungomare. Visibili tanto da far vergogna. Sono tante le segnalazioni giunte per tutta l'estate a denunciare questa incresciosa situazione. Oggi lo scenario non è per nulla cambiato, come documentano gli scatti fotografici inequivocabili.

C'è chi affidandosi al "fai da te" ha cercato di disfarsi dell'ingombrante visione cercando anche di appicare fuoco a qualche cumulo di rifiuti. Tentativo ancora più insano visto che in molti casi si tratta di bottiglie di plastica e vetro. E di vetri è letteralmente disseminata la scogliera che sovrasta la cossidetta "Grotta dei Monaci" (detta anche ‘grotta tu diaulu'), frutto evidente di gesti sconsiderati di vandalismo, con le bottiglie di vetro frantumate di proposito al suolo. Ci sarà il solito rimbalzo di responsabilità: la scogliera è territorio di competenza demaniale quindi più che al Comune spetta alla Capitaneria di porto rimuovere i rifiuti? Di fatto (e fermo restando il biasimo per chi senza alcun senso civico ha gettato quei rifiuti sul lungomare) per ora nessuno ha mosso un dito. I commenti dei fruitori della passeggiata sono tutt'altro che lodevoli, e che dire altro…..Basta proseguire per pochi metri all'altezza di una della scalinate di accesso al lungomare, in linea d'aria con il complesso in ristrutturazione del Ceduc per intendersi, ed ecco un altro bel regalo ai turisti. Il muretto a secco di perimetrazione si è letteralmente sgretolato. Il crollo risale ad un periodo antecedente la stagione estiva. Oltre tre mesi addietro. Ci sono le transenne. C'è il pietrume sparso ai lati. Ci sono altri rifiuti. E ancora nessuno si è preso la briga di ripararlo…..E non credo ci sia bisogno di altre parole! E ai turisti in viaggio di piacere sulla nave da crociera battente bandiera slovena al largo del litorale non resta che dire: Benvenuti sul lungomare di Gallipoli…

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Tentano rapina a commercialista al rientro a casa. Reagisce e fuggono

Torna su
LeccePrima è in caricamento