Notizie da Gallipoli

In 52 rintracciati al largo di Gallipoli: è il secondo sbarco sull’Isola di Sant’Andrea

Il gruppo di cittadini, di nazionalità pachistana, è stato soccorso all'alba. Anche lo scorso 12 agosto un episodio simile

I volontari della Cri dopo il rintraccio

GALLIPOLI – Come nello sbarco avvenuto lo scorso 12 agosto, il gruppo è composto da cittadini di nazionalità pachistana. La rotta, anche quella, è sempre la stessa: hanno puntato dritto verso l’Isola di Sant’Andrea, al largo di Gallipoli. Il secondo rintraccio su questo approdo insolito è avvenuto all’alba, poco prima delle 7.

In cinquantadue, tutti di sesso maschile e tra loro alcuni minori,  sono stati fermati dagli agenti di polizia e dalla guardia di finanza della Città Bella, i quali hanno raggiunto i cittadini stranieri assieme ai volontari della Croce Rossa per prestare i primi soccorsi. Nessuno, al momento, sembra aver rimediato conseguenze fisiche dovute alla traversata: al termine delle prime visite mediche, sono stati accompagnati presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto, dove si svolgeranno le operazioni di identificazione.

Non è ancora dato sapere se, tra i migranti, si siano mimetizzati anche i responsabili di questo ennesimo, pericoloso viaggio della speranza. Gli agenti del commissariato della Città Bella stanno ascoltando, per mezzo dell'aiuto di un interprete, gli uomini approdati: l'unico modo possibile per poter risalire agli autori della traversata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Omicidio di Lecce. La criminologa: “Obiettivo dell’assassino entrambi i fidanzati”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento