Mercoledì, 4 Agosto 2021
Gallipoli

In Pediatria senza più l’incubo della “chiusura”. E’ festa dei bambini in corsia

La manifestazione organizzata da medici e personale sanitario del reparto del Sacro Cuore è stata molto apprezzata dai piccoli pazienti e dai familiari. Donati televisori e apparecchi sanitari. "Un anno fa si temeva il taglio"

GALLIPOLI - Tanti sorrisi, doni utili e graditi, e soprattutto l’abbraccio per i piccoli pazienti che hanno potuto vivere, anche lontani dalle loro case, la magia del Natale. E la terapia della gioia e dell’allegria non può che aver generato effetti benefici tra i piccoli pazienti e i loro familiari. La Festa dei bambini nei meandri del reparto di Pediatria dell’ospedale Sacro Cuore di Gesù è riuscita a scaldare i cuori e ad emozionare i più.

Riaccendendo anche la speranza in un reparto che appena un anno addietro viveva nell’angoscia della chiusura, risucchiato dalle previsioni del dimensionamento del Piano di rientro sanitario della Regione, con il taglio tutt’altro che razionale e chirurgico dei punti nascita anche in terra salentina. A distanza di un anno il reparto gallipolino è rimasto attivo e pulsante. E la battaglia per evitare la contestuale soppressione del reparto di Ostetricia e ginecologia e quindi del contiguo reparto di Pediatria non si ferma. E si rinvigorisce anche con iniziative benefiche e solidali come quella organizzata dagli operatori del reparto, in modo particolare dai medici Rosario Solidoro ed Assunta Cataldi, ideatori dell’iniziativa e con la supervisione del primario, Giovanni Pepe e della caposala Marilena De Vita, per offrire ai piccoli degenti del nosocomio gallipolino un momento di gioia e di condivisione.

Nel corso della manifestazione nel fine settimana sono stati donati al reparto ben sei televisori con relative staffe (che saranno montati nelle sei stanze di degenza) ed un pulsossimetro, ottenuto grazie ad una raccolta di fondi e con il coinvolgimento anche dell’amministrazione e del Consiglio comunale, delle associazioni e di semplici cittadini che si sono impegnati nella raccolta benefica a favore dei piccoli ammalati.

Un ulteriore apparecchio tv è stato donato dal presidente dell’Inter club di via Gramsci, Manuele Benvenga, acquistato per conto degli iscritti del sodalizio sportivo nerazzurro. All’appuntamento oltre al primario, medici, e infermieri, e al direttore sanitario Bruno Falzea, hanno partecipato diversi cittadini e familiari dei pazienti. Per conto del Comune presente  anche il sindaco Francesco Errico, e rappresentanti dell’amministrazione comunale, tra cui l’assessore Felice Stasi e il presidente dell’assise Cosimo Giungato. La giornata è stata allietata  dagli animatori e dai clown della “Bimbulanza” di Lecce, che hanno donato gadget e sorrisi ai bambini presenti in corsia. 

“Lo scopo che ha animato questa iniziativa” ha detto il dottor Rosario Solidoro, “è stato quello di dare un po’ di sollievo ai piccoli pazienti del nostro reparto. Per i bambini il ricovero in ospedale è sempre un momento di disagio perché alla malattia si associa il forte stress psicologico dettato dall’abbandono dei propri spazi e della condivisione dell’affetto e dell’ambiente familiare. L’obiettivo raggiunto sarà certamente per loro un sintomo di sollievo da tale sofferenza”. A corredo, e quasi unanime, anche il pensiero sintetizzato dall’intervento della dottoressa Assunta Cataldi: “Abbiamo vissuto un momento di grande gioia se solo pensiamo per un attimo che lo scorso anno, nello stesso periodo, c’era un velo di tristezza per la paventata ipotesi di chiusura del reparto entro la fine dell’anno. Oggi possiamo festeggiare la nuova speranza e rivendicare il ruolo imprescindibile di questo reparto di Pediatria e del punto nascita gallipolino nell’offerta sanitaria del Salento”.                             

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Pediatria senza più l’incubo della “chiusura”. E’ festa dei bambini in corsia

LeccePrima è in caricamento