rotate-mobile
Lotta ai trasgressori / Gallipoli

In sette giorni 49 cittadini multati per l’errato conferimento dei rifiuti

I controlli avviati da inizio febbraio dalla polizia locale di Gallipoli hanno evidenziato alcune irregolarità nella raccolta differenziata e sono scattate multe per oltre 2mila e 400 euro. L’assessore: “Pugno duro necessario”. Saranno riattivate anche le fototrappole

GALLIPOLI – Come annunciato con l’avvio della nuova  campagna per il corretto conferimento dei rifiuti e il miglioramento della raccolta differenziata, sono stati intensificati i controlli a Gallipoli da parte degli agenti della polizia locale che, in pochi giorni, hanno identificato ben 49 trasgressori.

A partire dal primo febbraio ad oggi tante sono state le sanzioni elevate, per un totale di 2.450 euro, nei confronti dei cittadini gallipolini per la mancata differenziazione dei rifiuti domestici.

Un pugno duro quello dell’amministrazione comunale che si è reso necessario dopo i ripetuti appelli e la campagna di comunicazione, in collaborazione con l’Aro 11, incentrata sul corretto conferimento che non hanno fatto breccia tra i cittadini meno virtuosi. Ad oggi infatti un discreto numero di residenti ha continuato a riporre una serie di rifiuti differenziabili nel contenitore del non riciclabile.

“Un pugno duro nei confronti dei trasgressori per salvaguardare l’interesse comune” commenta – commenta l’assessore all’Ambiente, Rossana Nicoletti, “abbiamo investito tanto nella campagna di sensibilizzazione e continueremo a farlo. Nei prossimi giorni realizzeremo un video che possa circolare anche tramite le app di messaggistica istantanea affinché si possa catturare con più facilità l’attenzione dei cittadini”.

“Una cosa però è certa” incalza l’assessore comunale, “menefreghismo o superficialità, qualsiasi sia la ragione che porta a questi atteggiamenti, noi non ci arrenderemo. È sempre la solita storia. E’ ingiusto che pochi debbano danneggiare il buon nome della città. Il mio personale impegno a far sì che il decoro sia rispettato e ricordo che sono a disposizione per qualsiasi informazione e richiesta.

Inoltre non dobbiamo dimenticare che se si continua a conferire rifiuti riciclabili nell’indifferenziata il problema sarà di tutti, anche dal punto di vista economico”.

E’ utile ricordate che per gli utenti è disponibile il sito della Gial Plast dove si può sfatare qualsiasi dubbio sul conferimento dei rifiuti. Navigando nel sito, infatti, alla voce “Rifiutologo”, è infatti possibile cercare il rifiuto nel dizionario dei rifiuti per scoprire come e dove deve essere conferito. Inoltre, sono in fase di distribuzione nuovi volantini per la comunicazione porta a porta.

“Sono estremamente soddisfatta del coordinamento tra le parti e dei risultati ottenuti in così pochi giorni” dice l’assessore alla polizia locale, Stefania Oltremarini, “a partire da marzo tornerà attivo anche il servizio delle fototrappole, su tutto il territorio comunale il quale non lascerà spazio ad ulteriori interpretazioni o papabili scuse”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In sette giorni 49 cittadini multati per l’errato conferimento dei rifiuti

LeccePrima è in caricamento