Giovedì, 5 Agosto 2021
Gallipoli Via Giovanni Pascoli, 23

Dopo i lavori piazza Giovanni XXIII torna verde. Domenica 8 l’inaugurazione

Terminata la prima fase di riqualificazione dell'area verde all'ingresso della città grazie all'adozione dell'aiuola e ai lavori di recupero della colonna e della statua della madonna. Piantati anche alberi d'ulivo e il nuovo prato

L'area interessata dai lavori.

GALLIPOLI - Terminata la prima fase di riqualificazione si ripresenta alla città l’area verde di piazza Giovanni XXIII. Domani mattina infatti, alle 12, in seguito ai lavori di recupero del verde e di restauro, ci sarà una sorta d’inaugurazione per la nuova piazza che insiste all’ingresso della città di Gallipoli, con il taglio del nastro simbolico del sindaco Francesco Errico e la benedizione del parroco don Santo Tricarico. I  lavori  di riqualificazione annunciati nei mesi scorsi si sono intensificati da qualche giorno per consentire di riproporre la nuova area verde in prossimità delle festività natalizie.

Oltre ad un’ordinaria pulizia nell’aiuola, che si presentava spoglia e priva delle vecchie palme infestate dal punteruolo rosso, rinsecchite e rimosse da qualche tempo, sono stati ora impiantati il nuovo prato e trovano dimora anche alcuni alberi d’ulivo. Quest’ultimi, di proprietà comunale, erano stati in precedenza dismessi da un’altra zona. Sono stati effettuati inoltre il restauro della statua della madonna Immacolata e della colonna marmorea presenti al centro dell’area pubblica.

“L’immagine della città, l’attenzione al decoro urbano e la manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio verde della città  sono obiettivi primari  per l’amministrazione comunale” commenta l’assessore ai Lavori pubblici e all’arredo urbano, Felice Stasi, “e al lavoro ordinario di riqualificazione effettuato, si aggiunge  un’importante azione di recupero di piante e alberi d’ulivo che costituiscono un patrimonio ambientale ed  identitario della nostra terra. Ciò assume una rilevanza maggiore se si pensa al difficile momento cha attraversa il mondo dell’agricoltura con il rischio di perdere centinaia di ulivi secolari con danno economico e culturale per l’intero indotto”.

L'intervento in piazza Giovanni XXIII dunque ha consentito, come detto, di restaurare anche la statua della madonnina presente nello spiazzo, grazie alla donazione fatta dall'impresa Parlati, che ha svolto a titolo gratuito tali lavori, finalizzati ad ammodernare il basamento e l'intera colonna che sorreggono la statua, con opere di sostituzione dei vecchi marmi ammalorati. L'intervento complessivo consente ora di abbellire ulteriormente lo spiazzo, con la piantumazione degli alberi di ulivo, di un melograno, e di una siepe in lantana gialla, intorno al perimetro della statua. “Tale operazione rientra nel progetto ‘Adotta un’aiuola” spiega ancora l’assessore Stasi, “e un doveroso ringraziamento va quindi alla ditta Parlati, per il restauro del simulacro della madonna, e alla ditta Mauro Giuranna per la cura del verde, che hanno prestato gratuitamente la loro opera. Grazie al loro riscontro positivo è stato possibile un rinnovo totale e ottimale della piazza. Ringrazio il sindaco Errico, i consiglieri Giungato, Guglielmetti, Paolo Piccolo e Attila Piccolo” conclude l’assessore, “per il lavoro svolto in fase di programmazione e per la fattiva collaborazione alla buona riuscita delle operazioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo i lavori piazza Giovanni XXIII torna verde. Domenica 8 l’inaugurazione

LeccePrima è in caricamento