Gallipoli Corso Roma

Fiamme su'auto in centro, danneggiate anche le attrezzature di due locali

Paura nella notte a Gallipoli, in corso Roma. Distrutta una Panda di una donna, il fuoco si è riverberato anche sui gazebo di alcune attività adiacenti. Atto forse doloso. E a Parabita, cortocircuito nell'ufficio di un'officina

GALLIPOLI – Prende fuoco l’autovettura e le fiamme si riverberano sui gazebo del bar e pizzeria “Gabbiano” e del ristorante “L’Acquolina”. Semmai lo scopo fosse “solo” quello di distruggere una Fiat Panda (si sospetta il dolo, infatti, e non solo per l’orario notturno), gli effetti collaterali non sono mancati di certo. Già, perché il fuoco ha provocato, appunto, danni a varie attrezzature: paravento, postazione crêpe, arredi in generale di ben due locali. Lasciando sgomenti e preoccupati i titolari delle attività. Oltre, ovviamente, la proprietaria della Panda, una donna 40enne del posto.

Tutto questo è accaduto a Gallipoli, attorno alle 3,30 di notte, in corso Roma. Dunque, nel pieno centro della città. L’utilitaria è andata distrutta. Praticamente, carbonizzata. I vetri sono esplosi e il calore sprigionatosi ha “mangiato” plastiche e altri oggetti infiammabili nelle vicinanze. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento locale, che hanno salvato il salvabile. Di certo, i danni ammontano a svariate migliaia di euro.

Per le indagini, sono giunti i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile, che stanno visionando i filmati delle varie telecamere sparse lungo il corso. Di sicuro, non mancano in zona occhi elettronici e, a quanto sembra, avrebbero inquadrato un soggetto sospetto avvicinarsi all’automobile nell’0rario in cui è divampato il rogo.

E’ invece imputabile a un cortocircuito, l’incendio, subito domato, avvenuto attorno alle 7 di questa mattina a Parabita, in un’officina di via Faggiani. Il proprietario, che abita al piano superiore, s’è accorto del fumo che usciva da sotto la serranda e ha chiamato subito i vigili del fuoco. Egli stesso, comunque, è entrato all'interno per verificare quanto stesse accadendo e ha scoperto che il rogo si stava sprigionando nell’ufficio dell’officina, dove vi sono i computer. All’arrivo dei pompieri, le fiamme erano già state spente. Il fumo ha provocato l’annerimento di un’Alfa 156, auto dello stesso meccanico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme su'auto in centro, danneggiate anche le attrezzature di due locali

LeccePrima è in caricamento