rotate-mobile
Gallipoli

Tutti i nodi dell’estate gallipolina: prefetto e sindaco studiano le misure adatte

Nuovo incontro per fare il punto su autorizzazioni amministrative nel settore turistico-balneare, traffico, movida e inquinamento acustico, abusivismo degli affittacamere. L'obiettivo è limitare i disagi registrati nelle ultime stagioni estive

LECCE – Sul tavolo della prefettura di Lecce le note dolenti di Gallipoli: le verifiche antimafia sulle autorizzazioni e le licenze nel settore turistico-balneare, il traffico, l’inquinamento acustico, l’abusivismo degli affittacamere che determina un notevole sovraffollamento in condizioni igienico sanitarie spesso non adeguate.

Questa mattina si è svolto un incontro tra il prefetto, Giuliana Perrotta, assistita dai suoi principali collaboratori e rappresentanti dell’amministrazione comunale gallipolina, in testa il sindaco Francesco Errico. Le problematiche all’ordine del giorno sono state già oggetto di precedenti incontri e su alcuni punti sono stati adottati specifici provvedimenti: a marzo, ad esempio, il Comune di Gallipoli ha adottato il piano di zonizzazione acustica ed ora si attende una precisa regolamentazione delle attività musicali da parte degli esercizi pubblici e degli stabilimenti balneari.

Dopo le polemiche e le emergenze delle ultime stagioni estive, soprattutto nel mese di agosto, le istituzioni vogliono arrivare all’appuntamento con l’arrivo in massa dei turisti dotate di un ventaglio di misure adatte a contenere i disagi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti i nodi dell’estate gallipolina: prefetto e sindaco studiano le misure adatte

LeccePrima è in caricamento