Gallipoli

Compravendita di quote societarie: il candidato Quintana indagato per presunta truffa

Si sottoporrà all'interrogatorio in procura e presenterà la propria memoria difensiva l'aspirante sindaco gallipolino

Una veduta del porto di Gallipoli (Foto di archivio)

GALLIPOLI – A pochi giorni dalle elezioni comunali di Gallipoli, uno dei candidati si ritrova alle prese con una vicenda giudiziaria. Sandro Quintana, infatti, ex consigliere provinciale della Città Bella, e ora aspirante sindaco per il centrodestra, è indagato dalla Procura della Repubblica di Lecce per il presunto reato di truffa. Un'accusa, a meno di una settimana dal voto del 5 giugno, contenuta in un fascicolo nelle mani del sostituto procuratore Roberta Licci.

Tutto è partito dall’acquisto, da parte di Quintana, del 50 per cento delle quote societarie per un valore di 600mila euro della “Bleu Salento srl”, la ditta che si occupa della gestione della darsena gallipolina. Dopo un paio di giorni dalla vendita, da parte dell’imprenditore Marcello de Trane, però, le stesse quote sarebbero state nuovamente vendute a un altro acquirente, la società “Sepe”, al prezzo di appena 250mila euro.sandro-quintana-4-8-2-2

Quest’ultima, già socia per la restante parte, avrebbe dovuto godere di un diritto di prelazione. E’ stato il notaio, al momento della ratifica di quel “secondo” atto a notare l’anomalia e a stoppare la pratica. Le quote sono ora sono sotto sequestro, in attesa che la magistratura del capoluogo salentino faccia luce sulla complessa vicenda.  Assistito dall’avvocato Francesco Fasano, Quintana – che ha ricevuto l’avviso della chiusura delle indagini preliminari sabato scorso- intende sottoporsi immediatamente all’interrogatorio per chiarire la sua posizione, mentre assieme al lsuo egale presenterà le propria memoria difensiva nel giro di alcuni giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compravendita di quote societarie: il candidato Quintana indagato per presunta truffa

LeccePrima è in caricamento