Gallipoli

Lotta più incisiva all’evasione. Patto tra Comune, Agenzia delle Entrate e Finanza

Nel nuovo anno sarà reso operativo dal Comune di Gallipoli il protocollo d’intesa che prevede la collaborazione tra Agenzia delle entrate, guardia di finanza e amministrazioni locali nel contrasto all’evasione fiscale. Segnalazioni più incisive e scambio di banche dati per stanare i “furbetti”

GALLIPOLI – Maggiore incisività nel nuovo anno nel contrasto e nella lotta all’evasione fiscale e dei tributi grazie al consolidamento della collaborazione tra il Comune di Gallipoli con l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza.

Entrerà a regime infatti anche sul territorio gallipolino l’intesa trilaterale che discende direttamente dall’accordo siglato nel marzo scorso (nel solco di un'analoga iniziativa adottata su base nazionale), in quel di Bari tra la Direzione regionale della Puglia dell'Agenzia delle entrate, il comando regionale della guardia di finanza e l'Anci Puglia, che prevede la partecipazione dei Comuni pugliesi al contrasto dell'evasione fiscale ed all'accertamento tramite le “segnalazioni qualificate” relative a diversi ambiti: commercio e professioni, urbanistica e territorio, proprietà edilizie e patrimonio immobiliare, residenze fiscali all'estero, beni indicanti capacità contributiva. Il commissario straordinario di Palazzo Balsamo, Guido Aprea,  mediante un apposito atto deliberativo ha deciso infatti di sottoscrivere e far proprio quel protocollo d’intesa mirato per l’appunto alla lotta contro l’elusione fiscale secondo i criteri di efficienza, economicità e collaborazione amministrativa.   

Mediante la formalizzazione del protocollo di intesa le parti interessate, Comune e guardia di finanza in particolare si impegnano a definire le modalità di accesso alle banche dati, necessarie al fine di trasmettere agli uffici dell'Agenzia delle Entrate competenti le segnalazioni qualificate ed immediatamente utilizzabili per gli accertamenti fiscali. Obiettivo dell’accordo è quello di mettere principalmente al servizio dell’amministrazione finanziaria, il patrimonio informativo del Comune, al fine di stimolare comportamenti positivi da parte dei cittadini. I Comuni che aderiscono all’intesa infatti, attraverso apposite convenzioni, lavorano in sinergia con l’Agenzia delle entrate e la guardia di finanza segnalando, attraverso controlli e verifiche, comportamenti di evasione in vari ambiti che spaziano dal commercio all’urbanistica, dalle proprietà edilizie al patrimonio immobiliare, dagli affitti non registrati.

La Direzione regionale della Puglia dell’Agenzia delle Entrate assicurerà l’utilizzo delle “segnalazioni qualificate” nella predisposizione del piano annuale dei controlli, impegnandosi altresì a fornire ogni utile supporto informativo nonché le indicazioni operative in ordine alle tipologie e alle modalità dell’attività di accertamento. La guardia di finanza, invece, garantirà il coordinamento dei reparti del corpo, al fine di assicurare l’opportuno utilizzo delle “segnalazioni qualificate”. L’amministrazione comunale, dal canto suo, collaborerà con gli altri sottoscrittori del protocollo agevolando un’approfondita conoscenza del territorio, fornendo dati e notizie inerenti la realtà ed il tessuto socio-economico locale, trasmettendo all’Agenzia delle entrate e alla guardia di finanza le “segnalazioni qualificate” relative ai diversi ambiti di intervento individuati. Per gli obiettivi del protocollo, inoltre, le parti costituiranno una rete di referenti composta dal personale individuato dalle tre istituzioni.

“Si tratta di un importante documento che testimonia la volontà del Comune di Gallipoli di perseguire buone pratiche e progetti virtuosi, tese a contrastare in modo serio e deciso l’evasione fiscale” commenta il commissario Guido Aprea, “una piaga che oltre a causare danni all’economia rappresenta un brutto malvezzo che colpisce i cittadini onesti e rispettosi della legge”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta più incisiva all’evasione. Patto tra Comune, Agenzia delle Entrate e Finanza

LeccePrima è in caricamento