rotate-mobile
La tappa gallipolina / Gallipoli

La Città Bella punta sugli eventi. “Battiti, un gran successo anche d’immagine”

Il vicesindaco e assessore allo Spettacolo, Piteo, traccia il bilancio del primo grande evento della stagione estiva. “Il porto era l’unica location richiesta dal format”. Il Comune ringrazia i cittadini anche per i disagi sopportati per lo svolgimento della manifestazione

GALLIPOLI - A manifestazione ormai conclusa, e con qualche giorno ancora di disagio per liberare l’area portuale con la proroga dell’ordinanza di chiusura, il Comune di Gallipoli traccia un bilancio sulla programmazione del primo grande evento estivo e in particolare della manifestazione musicale di Battiti live del 7 e 9 luglio scorsi.

“L’esperienza di Battiti Live può essere racchiusa in due parole: enorme successo” interviene l’assessore allo spettacolo e vicesindaco Tony Piteo, “numeri e organizzazione hanno restituito l’impegno di questi mesi che, di fatto, è stato particolarmente notevole. Supportare la produzione e onorare gli impegni presi ha rappresentato un'impresa quasi titanica ed è per questo motivo che sento il dovere di ringraziare tutti coloro che hanno collaborato, senza se e senza ma”.

“Un grande successo di pubblico, con i cantanti più gettonati nel momento che si sono esibiti sul grande palco e hanno vissuto la bellezza di Gallipoli e del suo centro storico”.

E un ringraziamento speciale l’amministratore di Palazzo Balsamo lo rivolge proprio a tutti i concittadini, nessuno escluso, che hanno sopportato alcuni disagi che necessariamente un evento del genere comporta. “E un grazie va rivolto al sindaco per aver sempre creduto nel progetto e ai colleghi amministratori” aggiunge Piteo, “per il supporto, all’ufficio Turismo e spettacolo, alla polizia locale, alle forze dell’ordine e, in generale, a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione della manifestazione”.

Tra costi di organizzazione e disagi per il blocco degli accessi alla città e all’area portuale, gli amministratori invitano a guardare il risvolto e la ricaduta complessiva e positiva. “Ed è proprio qui che vorrei spendere due parole in più” chiarisce Piteo, “immaginare di organizzare un evento così grande non è semplice. Capiamo perfettamente tutto il disagio che i cittadini del centro storico hanno vissuto, ma si tratta di fare una comparazione”.

Battiti Live nel porto

“Pensare a questo poco tempo di sacrificio, in confronto a tutto il ritorno che, in diversi ambiti e modi, ci sarà. È vero anche che abbiamo cercato di dislocare l’evento” aggiunge il vicesindaco, “ma è il format a richiedere una location che metta in risalto le bellezze del territorio. Motivo per cui non vi è stato luogo più indicato se non il porto da cui poter ammirare la bellezza del centro storico. Ricordo” conclude, “che i concerti di Battiti Live andranno in onda su Italia 1 e questo vuol dire che Gallipoli sarà ancora una volta sotto gli occhi di tutti, basti pensare che le ultime puntate trasmesse hanno avuto uno share del 16,5 per cento, per un totale di più di otto milioni di spettatori”.

Sicuri della bontà del progetto, del ritorno in termini promozionali e non solo per la città, Piteo e gli amministratori di Palazzo Balsamo sono convinti che questa scelta, ritenuta “consapevole e lungimirante”, sia stata quella giusta. Al netto delle varie proteste che anche l’associazione dei residenti del centro storico ha palesato per lo più per il protrarsi dei tempi di chiusura del parcheggio dell’area portuale.

“Credo che si deve pensare a tutto quel flusso di gente che guarderà le immagini e sentirà parlare di Gallipoli, decidendo di venire nella nostra città per le vacanze” incalza Piteo, “non dimentichiamo che sono tantissime le famiglie gallipoline che lavorano nel turismo e che il settore rappresenta per la città un comparto economico essenziale. Sapere che visitatori e viaggiatori verranno nella nostra città in seguito alle immagini viste in televisione, vuol dire aver indirizzato il nostro turismo. Ci tengo anche a precisare che ogni scelta non è stata casuale o banale, ma frutto di un ragionamento complesso e complessivo e che ha tenuto conto di ogni minimo dettaglio che, ai più, potrà sembrare superfluo, ma che ha invece ha cercato di soppesare ai piccoli e temporanei sacrifici i futuri benefici per il territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Città Bella punta sugli eventi. “Battiti, un gran successo anche d’immagine”

LeccePrima è in caricamento