Venerdì, 30 Luglio 2021
Gallipoli

La notte del Barocco va. Tra spettacolo e l’emozione per Melissa

Ieri sera al Teatro Italia la 43esima edizione del premio ideato da Cartenì. Il momento più toccante la consegna della galatea alla memoria ai coniugi Bassi. Musica d’incanto con Carta, Karima e i Sud, e risate con Uccio De Santis

I genitori di Melissa sul palco (Foto di Ivano Malorgio)

 

GALLIPOLI - La notte delle stelle e delle emozioni forti va in archivio. Augurando il fatidico arrivederci alla 44esima edizione. E la serata finale per la consegna del Premio Barocco 2012 si congeda in un mix di sentimenti variegati. Nell’ovattato contesto del Teatro Italia di Gallipoli il patron Fernando Cartenì porta a casa l’ennesimo successo di pubblico e di entusiasmo per la presenza di tanti vip e ospiti illustri che hanno presenziato e impreziosito la serata di gala. E poi il momento toccate e intriso di pathos e commozione. Il ricordo della dolce Melissa Bassi a poco più di due mesi dal terribile fatto di cronaca di Brindisi in cui ha perso la vita la giovane studentessa.

Il patron Fernando Cartenì, aveva deciso ufficialmente di consegnare il Riconoscimento alla Memoria del 43° Premio Barocco ai genitori della piccola Melissa. Ed è stato lui a stringere in un abbraccio fraterno ed emozionate papà Massimo e mamma Rita. La standing ovation in sala all’ingresso sul palco dei genitori della piccola Melissa è stato automatico e spontaneo. Cartenì ha ricordato l’uccisione di “una eroina”  che non si poteva, e mai si potrà, dimenticare. Toccate all’inverosimile il ricordo strozzato in gola dei coniugi Bassi al momento della consegna della galatea condito dal ringraziamento universale a tutti gli italiani e soprattutto agli studenti che dopo la tragedia hanno organizzato cortei e manifestazioni per ricordare la loro figlia. E’ stato Attilio Romita, nel ruolo di co-conduttore e giornalista, ha intervistare sul palco i coniugi Bassi. Con garbo e discrezione e con la platea del Teatro Italia partecipe e composta. Subito dopo l’attore Remo Girone ha declamato due brani dedicati al dolore dei genitori per la perdita dei figli. Emozione indicibile.

Ma il Premio Barocco è soprattutto musica, cultura e spettacolo. E su queste direttrici si sono cadenzate le due ore e mezza di diretta televisiva trasmesse dal canale satellitare Viva l’Italia Channel e dalla media partner Teleonda per la regia di Luciano Sebaste. A fare gli onori di casa una calibrata Rossella Brescia che ha aperto le danze con il piccolo Luigi Fronte sulle note e il motivetto di “Tanto pè cantà” e con un altro simpatico intermezzo nel corso della serata. Poi spazio alla musica e alle premiazioni con il ricercatissimo Marco Carta che ha ritirato il premio per “l’energia, la grinta e l’enorme carica di sincerità artistica”. Il giovane cantante si è esibito sulle note di “Mi hai guardato per caso” e “La donna cannone”. La serata è proseguita in scioltezza, con un canovaccio prestabilito, e con la consegna della galatea (con Giulia Bevilacqua nel ruolo di madrina) a Nicola Pietrangeli, che racchetta e pantaloncini ha calcato per diciotto volte il terreno di Wimbledon.

Musica protagonista a menadito con le performance del giovane e riccioluto Carlo Alberto Di Micco e soprattutto dei premiati autoctoni, i Sud Sound System, impegnati in intonazioni e accordi anche dietro le quinte. E ancora prima con le esibizioni del gallipolino Michele Cortese (ex Aram Quartet), e il timbro caliente e suggestivo della giovane Karima. Sul palco del Barocco anche il giornalista, ex direttore del Tg4, Emilio Fede premiato dall’attrice romana, ma gallipolina di nascita Carolina Benvenga e a seguire le eccellenze dell’imprenditoria pugliese e ai professionisti, con i riconoscimenti al cardiologo Massimo Villani e agli imprenditori Angelo Fiusco, Paolo Leo, Carlo Scardigno, e ancora ad Angelo Sticchi Damiani, Giovanni De Marini, e Vincenzo Barba. Tra i premiati anche Wella Italia per i 50 anni di attività. Risate e verve comica con la consegna del premio anche al comico pugliese Uccio De Santis che non ha tradito le attese con le sue consuete battute e gag esilaranti. Fuochi d’artificio e tradizionale taglio della torta nella festa conclusiva nello scenario del Gallipoli Resort. E il Premio Barocco continua…         

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La notte del Barocco va. Tra spettacolo e l’emozione per Melissa

LeccePrima è in caricamento