Venerdì, 30 Luglio 2021
Gallipoli

La più amata dopo Rimini? E’ Gallipoli. Assobalneari e Comune euforici

Nella classifica del motore di ricerca dei prezzi degli hotel, Trivago, confermata la seconda posizione per la città bella che scalza Riccione. Soddisfati il sindaco Errico e il presidente dei balneari Della Valle. "Patto vincente"

GALLIPOLI - La località turistica più amata e “ricercata” dopo Rimini? Così come lo scorso anno resta Gallipoli. E per il comune ionico e Assobalneari Salento è tempo di fregiarsi del titolo. Il più grande motore di ricerca dei prezzi degli hotel al mondo, Trivago, ha reso noto e analizzato in questi giorni le ricerche effettuate dagli italiani per il periodo agosto e settembre e stilato la classifica delle mete italiche ed estere più cliccate. A guidare in particolare la classifica delle località italiane ci sono Rimini, Gallipoli e Riccione che confermano l’appeal del Salento e della riviera romagnola come destinazioni balneari più ricercate dai connazionali. Un successo trainato a livello locale per il secondo anno di fila dal richiamo della città bella. Non è un caso, infatti, che la  località di Gallipoli sia riuscita a confermare la seconda posizione, subito dopo Rimini e superando anche una meta storica come Riccione, definita la perla dell’Adriatico. E mentre anche Otranto gongola per aver scalato ben cinque posizioni rispetto alla scorsa stagione estiva, per Mauro Della Valle, presidente di Assobalneari Salento “il successo di Gallipoli è anche il successo dei balneari”.

Mettendo a confronto la classifica di Trivago relativa alle ricerche effettuate per l’estate 2012 si nota un cambiamento nelle posizioni sotto il podio, che rimane confermato con Rimini, Gallipoli e Riccione. Ottima risalita di Otranto che guadagna ben 5 posizioni mentre, ne perde tre Ischia ed esce dalla classifica Taormina che lascia il posto a Tropea. La classifica divulgata nei giorni scorsi si riferisce alle ricerche effettuate a maggio-giugno per soggiorni di 5 notti nel periodo agosto-settembre. “Questo dato è motivo d’orgoglio” commenta Mauro Della Valle, “ e siamo convinti che il successo di Gallipoli rappresenti il risultato del duro lavoro portato avanti in questi anni dagli operatori balneari e dalle strutture ricettive. Le imprese turistiche che hanno investito sulla costa gallipolina occupano un ruolo molto importante nella costruzione dell’immagine della città. Riccione è sempre stata considerata la regina della qualità balneare e turistico-ricettiva, ben al di sopra di Rimini. Aver raggiunto i primi posti con Gallipoli rafforza in noi l’idea che i nostri figli potranno sperare di fare impresa turistica dodici mesi l’anno e che finalmente non saranno costretti ad emigrare per lavorare in località dal forte appeal come Riccione”.

E accanto ai dati resi pubblici da siti e agenzie, c’è un altro fenomeno da sottolineare. “Molte imprese, non solo turistiche” spiega sempre il presidente di Assobalneari, “hanno deciso di trasferirsi a Gallipoli e sviluppare qui la propria attività economica. Segno che l’immagine è vincente. È questo l’obiettivo che, insieme all’amministrazione comunale, Assobalneari si è posta per mantenere alto il livello dei servizi e per migliorare laddove appare necessario intervenire con maggiore forza e determinazione. La condivisione e la risoluzione dei problemi dei residenti, ad esempio” aggiunge Della Valle, “coinvolge amministrazione, associazioni di quartiere e Assobalneari. Nasce da qui un importante ritorno in termini di valore dell’edilizia locale, tra locazioni, nuove costruzioni e indotto nel settore delle manutenzioni edili. Da circa due anni, come rilevano le imprese del campo dell’edilizia, a Gallipoli cresce l’investimento sul mattone”.

Ci sono ovviamente tante problematiche ancora da affrontare e risolvere in termini di qualità, servizi e accoglienza. “Esistono ancora molti problemi da risolvere” ammette Della Valle, “inutile negarlo. Ma, allo stesso tempo, continuano le iniziative dell’associazione che sarà sempre pronta a fare la propria parte. Per essere al fianco dell’amministrazione gallipolina, Assobalneari organizzerà a proprie spese, prima di Ferragosto, la pulizia di un tratto di spiaggia libera con l’utilizzo di speciali macchine vagliatrici. La classifica stilata da Trivago dimostra che il nostro impegno per la difesa delle imprese balneari, cuore pulsante dell’economia italiana e in particolare salentina, deve continuare”.

Sull’argomento interviene anche il sindaco di Gallipoli, Francesco Errico. Che commenta: “La pulizia dei litorali è certamente un lavoro positivo che il Comune ha voluto già avviare a inizio stagione per venire incontro alle esigenze dei turisti che non possono permettersi di andare negli stabilimenti o affittare un ombrellone.  Per quanto riguarda la classifica, siamo convinti che simili risultati aiutino Gallipoli a farsi spazio nell’Olimpo delle località di maggior prestigio della penisola. Ciò non può che aiutare tutto il settore economico, compreso il mercato immobiliare. La collaborazione con Assobalneari prosegue fattivamente nel rispetto delle regole per stabilimenti e strutture e delle innumerevoli idee di vacanza che caratterizzano il popolo di viaggiatori che raggiunge le nostre coste”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La più amata dopo Rimini? E’ Gallipoli. Assobalneari e Comune euforici

LeccePrima è in caricamento